Gli italiani, popolo in estinzione tra cinquanta anni?

Attualità

Gli italiani, popolo in estinzione tra cinquanta anni?

Il volto del nostro Paese sta cambiando, da anni ormai è in corso una vera e propria rivoluzione. Il tasso di natalità in Italia è arrivato ai minimi storici, se non ci fossero gli immigrati noi italiani saremmo il 10% in meno, all’incirca 55 milioni. Tra cinquanta anni gli italiani rischiano l’estinzione: il compito di salvare la Nazione spetterà quindi ai nuovi arrivati, che provengono sempre più dall’Africa oppure dai Paesi dell’Est Europa.

Secondo gli studiosi che hanno analizzato i dati demografici, l’Italia è la nazione più vecchia d’Europa. Qui gli ultra 65enni rappresentano il 22% della popolazione complessiva. Oltre al progressivo allungamento della vita, che fa aumentare in maniera esponenziale il numero degli anziani, si aggiunge anche la crescente infertilità (in Italia la media è di 1,39 figli per ogni donna).

Contemporaneamente a tutto ciò, è aumentato negli ultimi anni il tasso di globalizzazione dell’economia che però ha provocato un impoverimento economico. Volendo pensare al futuro dell’Italia fra venti anni, dovremmo certamente provvedere a migliorare la qualità della vita degli immigrati che la scelgono come destinazione. Si dovrà inoltre agire su più fronti, ad esempio urge una riforma del sistema pensionistico per garantire l’equità intergenerazionale, oppure l’incremento di una politica che sia capace di creare un sistema integrato di accoglienza dei migranti, che non sia puro assistenzialismo. La strada è lunga e difficile, ma percorribile se si vuole salvare il futuro di un’intera Nazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...