Gomorra: le frasi di Ciro di Marzio "l'Immortale". Protagonista assoluto
Gomorra: le frasi di Ciro di Marzio “l’Immortale”
Serie TV

Gomorra: le frasi di Ciro di Marzio “l’Immortale”

Gomorra: le frasi di Ciro di Marzio “l’Immortale”
Ciro di Marzio è il protagonista assoluto di ogni episodio della prima stagione.

L’Immortale é una figura cattiva, negativa. Ha una tenacia incredibile nel voler raggiungere i suoi obiettivi e un cinismo da cattivo vero. Ciro riesce ad avere una faccia per ogni occasione. Ed è pronto a tutto per distruggere i rivali.

Tra le sue frasi più famose quella in cui ha cercato di convincere il giovane Genny Savastano a non raccontare a nessuno la verità: “Stamm’ a senti’! È megl’ p’ te, è megl’ pure pe me si recimm’ ca stu fatt’ l’e fatt’ tu! Vira ca passamm’ nu guaj’! ‘E capit’, Genna’?”.
E ancora l’opera di convincimento che Ciro cerca di fare su Genny per fargli prendere il posto del padre. “Mo nun ce sta chiù ‘o baston’, Genna’! ‘E pecor’ senz’ o can’ e guardj’ se ne vann’ pe’ cazz’ e lor’! Papà tuoj’ adda passa’ a man’! Co’ 41 bis nguoll’ nun se pò cummanna’! Adda capI’ ca mo stai tu e si cummann’ tu ‘a giostra gira’ n’ata vota! ”.
E ancora quando cerca di convincere il giovane Savastano a non allontanarlo :“Statt’ accuort’ Genna’, pecché tu sul’ te ne vai a fini’ a capa sotta! ”.

Una minaccia più che velata che poi si è tramutata in una vera e propria realtà. L’ultima frase, la più famosa a fine del nono episodio: “Quann’ ero piccirill’ e stevo a l’orfanotrofio, lo sai che mi dicevano le suore? ‘O terramot’ è vuler’ ‘e Dio, fa ben’ alla Terra, comm’ quann’ na persona sta mal’, e accumula, accumula finché o s’ libera e sfoga o mor’! Pecciò ‘o terramot’ è ‘na cosa bona! ”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche