Mal di testa e gonfiore: nel tratto gastrointestinale può esserci il problema

Salute

Mal di testa e gonfiore: nel tratto gastrointestinale può esserci il problema

gonfiore

Sonnolenza, stitichezza, problemi digestivi, gonfiore e alito cattivo possono essere causati da problemi all'intestino: ecco 6 rimedi efficaci per risolvere questi disagi

Il tratto gastrointestinale è lungo circa otto metri. Rappresenta la sezione fondamentale per la digestione, visto che si assicura che i nutrienti consumati siano assorbiti dal corpo. Esso contribuisce inoltre a mantenere in salute la flora intestinale che protegge il nostro organismo dalle malattie. In mancanza di una giusta alimentazione, è facile poter soffrire di sonnolenza, stitichezza, problemi di digestione, gonfiore addominale e alito cattivo. Ecco allora 6 metodi per mantenere in salute il vostro l’intestino.

Gonfiore e mal di testa possono dipendere da problemi intestinali

1. Argilla medicinale

argilla

Si tratta di un trattamento del tutto naturale e altamente efficace. L’argilla medicinale contribuisce a purgare il tratto gastrointestinale, eliminando i batteri pericolosi, il colesterolo e altri fattori dannosi. Aiuta inoltre a lenire il mal di stomaco, il gonfiore, l’intestino irritabile e i bruciori di stomaco. L’argilla medicinale in polvere contiene minerali importanti come magnesio, selenio, ferro, calcio e rame che combattono l’acidità dello stomaco.

Si può ingerire con o senza acqua. Se non vi piace il suo sapore, esistono anche delle pratiche compresse. È importante interrompere il consumo dopo averla assunta per 3 settimane.

2. Consumare le bevande giuste

acqua

Sembra banale, ,ma per molti non è sempre facile. Assumere da due a tre litri di acqua al giorno aiuta all’eliminazione delle tossine dal corpo. Bere anche infusi di erbe, succhi verdi e succhi di frutta fresca è un validissimo aiuto per l’intestino.

3. Cuticola del semi di psillio

semi

Le cuticole dei semi della pianta plantago ovata crescono in India e nel Nord Africa. Essi sono eccellenti per la pulizia dell’intestino. L’acqua che è contenuta nel tratto gastrointestinale si espande per merito della mucina contenuta nei semi. In questo modo si favoriscono la digestione e al contempo anche l’eliminazione delle tossine. Si deve bere molto acqua, almeno un bicchiere per ogni porzione assunta. Nell’eventualità infatti in cui le feci diventino secche, i problemi potrebbero anche peggiorare.

Gonfiore e stitichezza: il segreto è un’alimentazione sana

4.

Alimentazione salutare

frutta e verdura

Una dieta povera di fibre e ricca invece di cibi “spazzatura” può causare l’irritazione dell’intestino e compromettere la flora batterica. Per essere sicuri di migliorare la propria digestione, e necessario evitare cibi già pronti, dando invece preferenza ad alimenti freschi e ricchi di fibre. Stiamo parlando ovviamente di frutta e verdura, che dovrebbero essere parte integrante della nostra alimentazione quotidiana.

Cibi come broccoli, kiwi, prugne, mele, finocchi, carote, spinaci, rape e peperoni sono ottimi aiutanti per la parte basica. Per quella acida è invece indicato l’uso di erbe, come il rosmarino, oltre che di funghi, noci e nocciole e legumi, come ad esempio le lenticchie.

5. Piante amare

piante

Erbe e verdure dal sapore amaro sono eccellenti per una flora sana. Facendo un adeguato consumo, le mucose del tratto intestinale potranno facilmente eliminare tossine, virus e batteri pericolosi. Carciofo, angelica, ortica e dente di leone sono ideali in questo senso.

Possono essere consumati sotto forma di infusi o concentrati. Dovrebbero anche essere assunti più volte durante la settimana, per un periodo di almeno tre settimane.

Massaggi e purificazione per l’intestino pigro

6. Massaggio allo stomaco

massaggio

Il massaggio allo stomaco aiuta a rivitalizzare e a purificare il tratto intestinale, favorendo la digestione. Il consiglio è quello di effettuare un massaggio due volte al giorno, respirando lentamente durante il trattamento. La pressione delle mani va adeguata secondo la vostra sensibilità.

Stendetevi sul letto e piegate le ginocchia. Posizionate quindi le mani sulla parte superiore dello stomaco e iniziate a massaggiare fino all’ombelico usando la mano destra. Ripetete la stessa cosa con la mano sinistra. Mettete quindi le mani al centro e toccate l’ombelico con i pollici. Le dita dovrebbero puntare alla zona pubica. Segnate un cerchio prima con la mano destra e poi quella sinistra in senso orario. Iniziate quindi a fare movimenti circolari sullo stomaco con tutte e due le mani.

Nel caso di problemi persistenti, si raccomanda ovviamente di consultare un medico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

follicolite
Wellness

Follicolite e peli pubici

22 settembre 2017 di Notizie

La follicolite è un’infezione dei follicoli piliferi spesso dovuta a una depilazione poco delicata, che causa prurito e bruciore. Scopriamone cause e rimedi e vediamo come evitarla.