Google e diritto all’oblio, cento mila euro di multa

Cronaca

Google e diritto all’oblio, cento mila euro di multa

Google, cento mila euro di multa dalla Francia

Google dovrà pagare cento mila euro di multa a Parigi per aver violato le disposizioni previste dal diritto all’oblio. Questa è la condanna del Cnil.

Il diritto all’oblio è il diritto detenuto da ogni utente di essere invisibile sulla rete, ovvero la possibilità di eliminare qualsiasi informazioni su un soggetto che non desidera essere presente nel web. La Francia aveva richiesto a Google di assicurare il rispetto di questo diritto, e così il motore di ricerca aveva fatto, ma solamente per la piattaforma a livello europeo (google.fr o google.it), mentre non ha rispettato le disposizione per la piattaforma a livello globale, ovvero google.com.

Il Cnil, la commissione nazionale francese per l’informatica e la libertà, ha però decretato che questo diritto deve essere universale, rispettato quindi in tutto il mondo, e ha fatto scattare la multa, fissata prima a centocinquanta mila euro e abbassata poi a solo centomila. Inutili sono stati i tentativi da parte di Google di fissare il diritto ai confini europei, in quanto il Cnil non ha voluto sentire ragioni.

Da oltre due anni, Google ha rimosso finora 440.000 link, in seguito alle richieste di vari paesi europei, in particolare Francia, Germania, Italia, Spagna e Inghilterra. Nel Belpaese, le richieste di cancellazione dal web sono state in tutto 26.186 e finora ne sono state cancellate 21.000. In Italia, il diritto all’oblio è presente nella Codice Civile e garantisce ai cittadini italiani di essere invisibili non solo nella rete, ma assicura la protezione dei dati personali in ogni circostanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...