Google presenta Oreo: il nuovo Android intelligente

Android

Google presenta Oreo: il nuovo Android intelligente

In questo articolo presentiamo la nuova versione del sistema operativo Android di Google: Oreo.

La tecnologia negli ultimi anni ha fatto passi da gigante, con materiali costruttivi di pregevole fattura e software all’avanguardia. Dispositivi elettronici estremamente funzionanti e con pochissimi bug, quasi inesistenti. Una cosa davvero impensabile fino a poco tempo fa. Tutto ciò a partire dalla seconda metà dei primi anni duemila, con Google che ha sviluppato il proprio sistema operativo per smartphone, ovvero Android.

Attualmente è quello più utilizzato dalla maggior parte di telefoni e tablet. E’ presente su oltre il 70% della produzione mondiale di smartphone. La prima release distribuita è stata la 1.0, montata sull’Htc dream, considerato il primo cellulare con Android a bordo. L’anno seguente, 2009, è uscita la versione 1.5 Cupcake. Con essa è iniziata una lunga serie di denominazioni di dolci, rilasciate annualmente. Ognuna di esse portatrici di grandi novità: Donut, Eclair, Froyo, Gingerbread, Ice Cream Sandwich, Jelly Bean,Kit Kat, Lollipop, Marshmallow, Nougat.

Android Oreo

L’ultima versione rilasciata è Andoid Oreo 8.0, il 17 maggio 2017, sui terminali Nexus e Pixel, commercializzati entrambi da Google.

Si tratta di una versione ricca di novità rispetto a quelle precedenti:

  • Aggiornamenti molto più veloci
  • Funzionalità Picture in Picture, che permette di visualizzare i propri video o film in un piccolo riquadro e contemporaneamente effettuare altre operazioni come rispondere ad una email
  • Limitail, per limitare il funzionamento di applicazioni in background
  • Presenza di Notification Dots, ovvero dei piccoli segnali che compaiono sulla fascia posta nella parte superiore. Segnalano l’arrivo di notifiche e pigiando su di essi si aprono delle finestre che consentono l’interazione con l’app in questione.
  • Google Play Protect, per una scansione periodica delle applicazioni, per scongiurare la presenza di virus che possano danneggiare il telefono.
  • Smart Text Selection, ovvero una selezione testuale intelligente, per determinare la tipologia di testo. Un esempio è quello della digitazione di un numero di telefono. Tramite il touch viene attivata una chiamata o l’apertura della finestra Maps per la ricerca dell’indirizzo.
  • Autofill, con l’immissione automatica dei propri dati per entrare sui vari siti, come username e password.
  • Circa 70 emoji nuove, ovvero i simboli utilizzati nelle app di messaggistica istantanea, come Whatsapp e Telegram.
  • Android Instant app.

    Non sono altro che applicazioni poco invasive, di piccole dimensioni, che si installano automaticamente in seguito alla visita di un determinato sito internet

Una versione innovativa, con nuove funzionalità e gesture che semplificano l’utilizzo dei terminali. Inizialmente la versione Oreo 8.0 verrà rilasciata sui dispositivi prodotti dalla e con la partecipazione di Google, come i Nexus, I Pixel e i Moto di Lenovo. A seguire verranno aggiornati a questa release anche i dispositivi di fascia altra delle altre case produttive di smartphone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche