Google Street View ha davvero immortalato un omicidio? COMMENTA  

Google Street View ha davvero immortalato un omicidio? COMMENTA  

Google-street-View-omicidio1

Se guardate queste immagini riprese dalle telecamere di Google Street View nella città di Edimburgo vi sembreranno scioccanti. C’è un uomo sull’asfalto con braccia e gambe aperte che indossa una tuta rossa, ed un altro che si vede chiaramente con un’ascia in mano. Un terzo uomo, non lontano, guarda la scena con atteggiamento distaccato e noncurante. Le facce sono sfocate, ma i due uomini protagonisti dell’accaduto sono state identificate. Quello riverso sull’asfalto, apparentemente senza vita, si chiama Dan Thompson, proprietario della ditta Tomson Motor Company. L’omicida con ascia in mano, invece, è un suo dipendente, Gary Kerr.

Leggi anche: I fantasmi di Edimburgo, alla scoperta di Real Mary King’s Close


Zoomando l’immagine, si può vedere chiaramente che quest’ultimo ride divertito. I due uomini hanno rivelato che la messa in scena dell’omicidio è stata fatta ad agosto del 2012. E’ stato Thompson a vedere per primo la macchina di Google Street View che attraversava Giles Street e subito ha avvertito Gary, che si è precipitato sul posto.


I due hanno inscenato un delitto con i fiocchi e Google ha caricato le immagini dell’episodio. Dopo un anno gli agenti di Polizia li hanno chiamati per avere spiegazioni sull’accaduto.

Nessun commento è invece arrivato da Google. I due uomini che hanno ideato lo scherzo ritengono che l’azienda si è avvantaggiata del loro gesto: “Ora molte più persone conoscono Street View”, hanno dichiarato i bontemponi.

1 / 2
1 / 2
  • Google-street-View-omicidio
  • Google-street-View-omicidio1

Google Street View ha davvero immortalato un omicidio?

Leggi anche

Udine: madre picchia brutalmente sua figlia perché non porta il velo
Attualità

Udine: madre picchia brutalmente sua figlia perché non porta il velo

Una giovane studentessa è stata violentemente  picchiata dalla madre perché non portava il velo .   Accadeva a Udine: la ragazza è stata subito allontanata dai Servizi sociali del Comune e collocata in una struttura protetta, sicura attacchi di ira violenta come quello appena subito. La giovane era stata picchiata dalla mamma  solo non aveva messo il velo islamico, giovane che temeva anche la reazione del padre.  La studentessa era infatti stata  sorpresa dalla madre a scuola, mentre era  senza velo. Una ragazzina di origini nordafricane, una brava studentessa in un istituto superiore di Udine, che è stata allontanata d'urgenza dalla Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*