Gps e batteria: come ridurne il consumo COMMENTA  

Gps e batteria: come ridurne il consumo COMMENTA  

Gps e batteria: come ridurne il consumo
Gps e batteria: come ridurne il consumo

Una guida sintetica su come gestire il consumo di batteria del cellulare prodotto dall’attivazione del sistema Gps in base al sistema operativo in nostra dotazione.

Una premessa importante per parlare di risparmio di batteria connesso all’utilizzo del Gps sul nostro cellulare, è che nei dispositivi dotati di sistema operativo Microsoft il cellulare gestisce in autonomia l’operatività del geolocalizzatore, ma ciò – va precisato – non equivale ad per forza a un dispendio più elevato di batteria. Questa caratteristica diventa un pregio quando ad esempio avviamo un’applicazione che fa da navigatore, avviandosi questa automaticamente, mentre è decisamente un difetto per il fatto di non poter mai essere disattivato in modo definitivo, comportando a volte un consumo di batteria non trascurabile.


Non così funzionano invece i sistemi iOS e Android, nei quali è inserita, di solito nel menù a tendina con le impostazioni principali del cellulare, la funzione di attivazione del Gps (in Android si può anche creare un widget ancora più pratico nella home) che ci consente di accenderlo solo quando lo riteniamo necessario. Un sistema che tra l’altro, compensa l’alto consumo di batteria prodotto per via delle dimensioni notevoli degli schermi di gran parte degli smartphone di ultima generazione.


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*