Gran Bretagna, scoperta nuova Stonehenge

News

Gran Bretagna, scoperta nuova Stonehenge

Un centinaio di monoliti, in parte ancora sotto terra, sarebbe stato individuato da una equipe di archeologici britannici nell’Inghilterra centrale, non lontano del sito di Stonehenge, nella zona nota come Durrington Walls.

Secondo quanto ha riferito la BBC e risulta dalla ricostruzione tridimensionale realizzata dal Ludwig Boltzmann Institute sulla base dei rilievi effettuati (termografie e letture radar, fra le altre), il sito appena scoperto risalirebbe ad almeno 4500 anni fa e consisterebbe in un allineamento di monoliti di grosse dimensioni (alcuni sembrano essere blocchi massicci alti più di quattro metri) che delimiterebbero una sorta di crossa C di sviluppo complessivo pari a circa 500 metri.

Gli archeologici sostengono si tratti solo di una porzione della formazione originaria, dalla quale sarebbe stata asportata una parte dei monoliti, utilizzata proprio per la realizzazione di Stonehenge.

“Siamo di fronte a uno dei maggiori monumenti in pietra di tutta Europa” è stato il commento del professor Vince Gaffney dell’Università di Bradford “il fatto straordinario è che era lì da ben 4 mila anni ma non ce ne eravamo mai accorti”. Dell’importanza del ritrovamento sembra convinto anche l’archeologo Nick Snashall, che fa definito il sito appena scoperto come “uno dei maggiori insediamenti neolitici d’Europa“.

L’ipotesi è che si tratti di una sorta di tempio in cui si svolgevano atti propiziatori, cerimonie o riunioni della comunità, ma occorrerà proseguire nelle ricerche per avere un quadro più completo e preciso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...