Grandine su Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna: oggi grande giornata di maltempo COMMENTA  

Grandine su Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna: oggi grande giornata di maltempo COMMENTA  

Oggi, Venerdì 25 Luglio 2015, pesante giornata di maltempo sull’Italia: chicchi di grandine di medio taglio su molte regioni

Oggi, Venerdì 24 Luglio 2015, giornata di grande maltempo sull’Italia, in alcune regioni i temporali hanno causato pesanti danni e condizioni di criticità a causa di vento forte, eccessive quantità di pioggia e grandine di medio taglio. Poco fa è stata segnalata una forte grandinata su Torino, nelle precedenti due ore le coste Est della Sardegna e del Nord della Sicilia sono state colpite da temporali molto forti e grandine di piccolo e medio taglio.

Leggi anche: Grandinata impressionante nel Torinese, chicchi sfondano un tetto

Poco dopo l’ora di pranzo odierno diverse zone della Puglia e della Calabria sono state interessate da nubifragi e grandine: a Cosenza sono caduti fino a 45 millimetri di pioggia e grandine che hanno momentaneamente spazzato la calura, violento temporale anche sulle zone interne delle province di Bari, Brindisi e Lecce con danni alle luminarie del paese.

Leggi anche: Maltempo: albero sui binari, incidente ferroviario con molti feriti

Leggi anche

Michelle Thomson: "violentata a 14 anni". La deputata racconta
Esteri

Michelle Thomson: “violentata a 14 anni”. La deputata racconta

Durante un dibattito sulla violenza sulle donne emerge una testimonianza: una deputata scozzese racconta di essere stata vittima di violenze sessuali quando aveva 14 anni   Una testimonianza che ha lasciato tutti a bocca aperta, testimonianze emersa a Westminster durante  un dibattito contro la violenza sulle donne. La racconta una deputata scozzese, e dil racconto inizia così: "Quando avevo 14 anni venni violentata. E come accade di solito, è stato qualcuno che conoscevo". Comincia proprio così il toccante racconto della deputata Michelle Thomson, la donna 51enne che ha trovato la forza di raccontare presso la Camera dei Comuni la sua Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*