Grano saraceno: benefici e proprietà

News

Grano saraceno: benefici e proprietà

Grano saraceno: benefici e proprietà
Grano saraceno: benefici e proprietà

Il grano saraceno è tra gli alimenti che possiedono le migliori proprietà nutrizionali, molti sono i benefici sulla salute per persone con alcune patologie.

Considerato erroneamente un cereale, il grano saraceno è in realtà una pianta erbacea che non appartiene alle graminacee, bensì alla famiglia dell poligonacee e attualmente è coltivato in alcune zone d’Italia, soprattutto in Valtellina e in Trentino. Anche se si possono preparare molte gustose ricette a base di grano saraceno, l’uso di questa pianta nella cucina italiana è più limitato rispetto a cereali più comuni come il riso e il farro, ma è ricco di nutrienti e può essere considerato uno dei cibi più salutari da portare sulle nostre tavole.

Il grano saraceno è un ricca fonte di aminoacidi, utili per la formazione della proteine nell’organismo e contiene anche sali minerali, come zinco, selenio e ferro, nonché una buona quantità di proteine e carboidrati in dosi minori. Da recenti studi è emerso che questo pseudo-cereale svolge delle azioni davvero benefiche per la salute, soprattutto in presenza di determinate malattie. Fra le proteine in esso contenute, ce n’è una in grado di diminuire notevolmente il livello di colesterolo cattivo LDL nel sangue ed è pertanto un valido alleato per combattere le malattie cardiovascolari. Inoltre nel grano saraceno vi è un particolare aminoacido, chiamato rutina, che rinforza le pareti dei vasi sanguigni e può aiutare a migliorare la condizione clinica di persone affette da insufficienza venosa e da ipertensione arteriosa.

Ma non finisce qui: grazie alla presenza di una sostanza, nota con il nome di D-chiro-inositolo che produce insulina, il grano saraceno può anche essere terapeutico in caso di diabete. Non contiene glutine, pertanto è una valida alternativa ai cereali per i celiaci e ha ottime proprietà energizzanti e tonificanti, per cui potrebbe essere un ottimo pasto da consumare dopo un allenamento sportivo o dopo aver svolto un’attività intensa e stancante. E se siete attenti alla linea, niente paura, contiene pochissimi grassi, per cui può tranquillamente essere introdotto in un regime dietetico ipocalorico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...