Graziella Bramardo eletta presidente dell’INAPA Cuneo

Torino

Graziella Bramardo eletta presidente dell’INAPA Cuneo

Bramardo GraziellaÈ Graziella Bramardo, fossanese, già vice-presidente provinciale vicario e presidente della Zona di Fossano, il nuovo presidente dell’INAPA (Istituto Nazionale di Assistenza e di Patronato per l’Artigianato) Cuneo, il patronato dell’associazione artigiani.
L’INAPA si occupa di varia materia assistenziale: dalle pensioni, agli infortuni, alle presentazioni telematiche delle pratiche per gli enti previdenziali e a tutto quello che riguarda INPS e INAIL. Inoltre, a seguito della recente costituzione dello “Sportello in Salute” in collaborazione con l’ASL CN1, sarà possibile rivolgersi agli sportelli INAPA per richiedere il rilascio dell’esenzione ticket e la consegna di esami di laboratorio. Tutte le sue prestazioni sono a titolo gratuito.
La Bramardo succede a Marco Borgogno, sempre attivo e propositivo componente del sistema Confartigianato, oltre che impegnato in ruoli politici al servizio della collettività.
«Ringraziamo Borgogno – commenta il presidente provinciale Domenico Massimino – per l’impegno di questi anni, che hanno confermato il suo grande attaccamento allo spirito e ai valori dell’Associazione, e auguriamo un buon lavoro a Graziella Bramardo, la quale saprà certamente mettere a frutto l’esperienza maturata nel periodo trascorso in altri ruoli all’interno della Confartigianato per adoperarsi nello sviluppo di questa importante componente del nostro sistema».
«In questo delicato momento storico – aggiunge la neo-eletta Bramardo – risulta fondamentale e strategico prestare massima attenzione alla tutela previdenziale e assistenziale degli imprenditori e dei cittadini.

L’azione di rappresentanza sindacale della nostra Associazione si declina anche attraverso una grande attenzione “alla persona” e, proseguendo l’operato del mio predecessore, punterò all’ulteriore sviluppo del ruolo sociale del nostro patronato, con particolare attenzione verso i nuovi bisogni che la crisi ha fatto emergere».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*