Grecia, disinnescati pacchi bomba destinati ai funzionari Ue

Grecia, disinnescati pacchi bomba destinati ai funzionari Ue

Esteri

Grecia, disinnescati pacchi bomba destinati ai funzionari Ue

Grecia, disinnescati pacchi bomba destinati ai funzionari Ue

Le forze dell’ordine greche hanno disinnescato otto pacchi bomba rinvenuti in un ufficio postale e destinati a funzionari UE operanti nel settore finanziario.

In un ufficio postale nelle vicinanze di Atene la polizia greca ha rinvenuto otto plichi sospetti destinati a persone che operano nel settore finanziario per conto dell’Unione Europea. I pacchi bomba sono stati disinnescati dagli artificieri e sono partite immediatamente le indagini per accertare la matrice del gesto. Nei giorni scorsi episodi simili si sono verificati a Parigi, dove il 16 marzo una busta recante francobolli greci è esplosa nella sede del Fondo monetario internazionale (Fmi), e prima ancora a Berlino, dove erano giunte buste esplosive al Ministero delle Finanze. Nel primo caso a seguito dello scoppio della lettera un’impiegata è rimasta ferita, mentre nel secondo per fortuna nessuno ha riportato conseguenze.

Per quanto riguarda l’episodio di Parigi, la pista più accreditata è quella degli anarchici ellenici.

L’azione avvenuta in Germania è sempre di matrice anarchica ed è stata rivendicata dal gruppo greco “Cospirazione delle cellule di fuoco”. Anche dietro ai pacchi bomba che sarebbero dovuti essere recapitati ai funzionari UE in Grecia, dunque, si pensa che vi sia la stessa mano. Le azioni di questi giorni sarebbero collegate all’ormai più che probabile nuovo intervento dell’Unione Europea e dell’Fmi, visto che l’economia del paese mediterraneo stenta a rimettersi in moto, fiaccata com’è da anni di austerity estrema e da un debito spaventoso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche