Grecia, sinistra radicale in testa nei sondaggi COMMENTA  

Grecia, sinistra radicale in testa nei sondaggi COMMENTA  

Secondo quanto quanto emerge da un sondaggio realizzato dall’istituto demoscopico Metron Analysis, in Grecia la sinistra radicale raccolta nella coalizione Syriza rimane in testa nelle intenzioni di voto in vista di un sempre piu’ probabile ritorno alle urne.

Leggi anche: Eurogruppo per l’austerity: l’UE non è pronta a lasciare Patto di Stabilità


Per Syriza, contrario al piano di austerity negoziato con Ue e Fmi, si conferma un netto avanzamento rispetto al voto di domenica scorsa, passando dal 16,8% al 25,5%.

In leggera rimonta i conservatori di Nea Demokratia, passati in 48 ore dal 20,3 al
21,7%, cosi’ come i socialisti del Pasok, in recupero dal 12,6 al 14,6%. I due partiti tradizionali, fulcro dello schieramento favorevole al piano internazionale di salvataggio costato pero’ misure draconiane che hanno esasperato la societa’ civile, alle politiche di domenica avevano raccolto rispettivamente il 18,9
e il 13,2%.

Tra le altre formazioni politiche, l’estrema destra ultra-nazionalista dell’Alba Dorata sembra aver perso l’effeto-boom che le valse il 7% e che ancora giovedi’ la accreditava del 5,7%: ora viene indicata al 4,7%, peraltro ben al di sopra della soglia di sbarramento del 3%.

Leggi anche

sorpresine-kinder_per-il-britannico-the-sun-le-confezionano-i-bambini
News

Sorpresine Kinder: per il britannico The Sun le confezionano i bambini

Inchiesta giornalistica GB rivela cosa sta dietro i giocattoli miniaturizzati negli ovetti: famiglie rumene costrette a far lavorare anche i figli minorenni Un velo di tristezza ammanta le sorpresine Kinder contenute nei famosi ovetti che, normalmente, sono destinati a donare gioia ai bambini, dopo l’inchiesta portata avanti dalla redazione del quotidiano britannico The Sun: secondo il prestigioso giornale, infatti, la Ferrero commissionerebbe la confezione degli oggettini da inserire nelle famose uova di cioccolato ad un’azienda rumena, la Romexa, che a sua volta subappalterebbe il lavoro alla Prolegis. Quest’ultima affiderebbe poi la preparazione manuale dei mini giocattoli a delle famiglie in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*