Greenpeace, attivisti si calano dal ponte e fermano la nave Shell COMMENTA  

Greenpeace, attivisti si calano dal ponte e fermano la nave Shell COMMENTA  

Spettacolare protesta realizzata oggi dagli attivisti di Greenpeace.

26 esponenti del movimento ambientalista si sono calati da un ponte a Portland, in Oregon, riuscendo a impedire il transito della nave rompighiaccio MSV Fennica della Shell, che sarebbe dovuta passare proprio sotto quel ponte.


I 26 attivisti, tutti arrampicatori esperti, hanno perciò evitato che la fondamentale imbarcazione potesse unirsi alla flotta Shell diretta verso il mare Artico, dove il gigante petrolifero ha stabilito di procedere con un importante piano di trivellazione.


Greenpeace contro Shell sembrerebbe una battaglia davvero impari, Davide contro Golia, ma, almeno per questa volta, la vicenda si è mantenuta fedele a quella del Vecchio Testamento.


I possibili problemi che una vasta trivellazione nel mare Artico potrebbe comportare non sono noti se non secondo scenari che, in alcuni casi, sono considerati troppo pessimistici, se non catastrofici. Gli ambientalisti, e anche alcuni ambienti politici, reclamano prudenza e mantengono la ferma convinzione che alla Shell vada impedito di condurre le operazioni programmate.

L'articolo prosegue subito dopo


La questione principale, forse, è che, in caso di problemi, non esisterebbe un piano di salvataggio, perché i danni all’ecosistema o, più in generale, i cambiamenti indotti, sarebbero senza alcun dubbio irreversibili.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Greenpeace, attivisti si calano dal ponte e fermano la nave Shell | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*