Grexit: Atene per ora non paga

News

Grexit: Atene per ora non paga

La prima scadenza per la Grecia è oggi, 5 giugno, ma la prevista restituzione della prima tranche del prestito al Fondo Monetario Internazionale non ci sarà.

Ad annunciarlo è stato il primo ministro Alexis Tsipras, che oggi relazionerà al Parlamento greco, fornendo tutti i dettagli su come il suo governo intende muoversi, da ora in avanti. Non si tratta di un no definitivo, ma piuttosto di una richiesta di proroga dei termini, definita lecita dal Fondo Monetario Internazionale stesso, che tramite il proprio direttore stampa Gerry Rice, ha precisato che “in base a una decisione adottata dal board esecutivo alla fine degli anni ’70, i paesi membri posso chiedere di unire i rimborsi vari dovuti in un certo mese”.

Così dovrebbe essere, infatti: Atene non pagherà oggi, ma pagherà quello che deve oggi con l’aggiunta di altre somme alla fine di giugno.

Un modo per dilatare i tempi delle trattative in corso, visto che Tsipras è stato molto chiaro nell’affermare che “la proposta dei creditori non può essere la base per un accordo”.

La rottura è molto vicina, invece, secondo alcuni media greci, che ribadiscono anche che il popolo greco, di austerità, non vuole sentire proprio parlare.

La posizione dell’Europa, intanto, è forse tutta nelle parole della cancelliera Angela Merkel: “continuerò a lavorare perché la Grecia resti nell’Eurozona”.

1 Trackback & Pingback

  1. Grexit: Atene per ora non paga | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...