Grexit, giorni decisivi, ma non ci siamo ancora

News

Grexit, giorni decisivi, ma non ci siamo ancora

Oggi e domani si svolgeranno gli incontri decisivi fra la Commissione Europea, la Grecia e i suoi creditori, ma il clima di diffuso ottimismo circa l’imminente chiusura dei negoziati è stato offuscato da alcune dichiarazioni della giornata di ieri.

Primo fra tutti, il tweet del leader ellenico Alexis Tsipras, “the repeated rejection of equivalent measures by certain institutions never occurred before-neither in Ireland nor Portugal”, vale a dire “La mancata approvazione, da parte di talune istituzioni, delle misure compensative non si è mai verificata prima né in Irlanda né in Portogallo”. Semplice lamentela, forse, oppure pre tattica, come pure sarebbe comprensibile fosse.

Facile individuare nel Fondo Monetario Internazionale le “talune istituzioni” che, secondo Tsipras, starebbero assumendo un atteggiamento fin troppo rigido.

È poi ancora Tsipras a lanciare l’idea del complotto, aggiungendo che “questo atteggiamento può solo significare due cose: o non vogliono l’accordo o sono al servizio di interessi specifici in Grecia”.

Quali che possano essere le ragioni, lo stato dei negoziati è stato ben riassunto, ieri, dal Presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem: “non ci siamo ancora, resta molto lavoro da fare”.

Fra oggi e domani sono comunque attesi nuovi sviluppi.

1 Trackback & Pingback

  1. Grexit, giorni decisivi, ma non ci siamo ancora

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche