Grexit: l’Eurogruppo riprende oggi, ma le scadenze sono passate COMMENTA  

Grexit: l’Eurogruppo riprende oggi, ma le scadenze sono passate COMMENTA  

La giornata di ieri, che ha visto il riaprirsi dei negoziati fra la Commissione Europea e la Grecia, si è conclusa con un Eurogruppo in seduta serale, conclusasi dopo circa un’ora e senza alcuna decisione.


La proposta sul tavolo è il prolungamento di 2 anni degli aiuti ad Atene, per un totale di circa 30 miliardi, provenienti dal fondo salva stati, con promessa di ristrutturazione del debito. Ultima spiaggia per evitare una Grexit data ormai per certa.


L’Eurogruppo è riconvocato per oggi in tarda mattinata, alle 11.30, forse un segnale che Jeroen Dijsselbloem vuole andare fino in fondo e cercare di chiudere il negoziato prima che sia davvero troppo tardi. La data ultima è, di fatto, quella di domenica prossima, quando si celebrerà il referendum in Grecia.


Ma. in realtà, la data ultima ufficiale è già passata. Dal primo minuto di questo 1 luglio 2015, infatti, si è verificato un evento che non ha precedenti nella storia dell’economia moderna: uno stato non ha restituito una rata del prestito al Fondo Monetario Internazionale.

L'articolo prosegue subito dopo


Che la Grecia farà storia è quindi un dato di fatto: gli 1.6 miliardi che il FMI attendeva entro la mezzanotte di ieri non sono arrivati e, adesso, l’istituto fondato circa 70 anni fa, fra gli altri, proprio dalla Grecia, è destinato con ogni probabilità a entrare in una nuova fase. Il ruolo del fondo a livello internazionale, infatti, esce ridimensionato, perché le vicende hanno dimostrato come esso non possa imporsi in un ambito negoziale, ma debba invece piegarsi alle esigenze (tecniche, politiche, sociali) di cui altre istituzioni sono portatrici.

Nel frattempo, piazza Syntagma ad Atene, davanti al Parlamento, è stata invasa ieri da migliaia di manifestanti a favore del sì al referendum, in risposta a quella del giorno prima, di idea opposta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*