Gruppo olandese pianifica una colonia su Marte COMMENTA  

Gruppo olandese pianifica una colonia su Marte COMMENTA  

Già nel 1970, il cantante androgino David Bowie aveva invitato tutti noi a chiedersi “C’è vita su Marte?” Beh, il Rover Curiosity non ha ancora trovato alcuna prova nonostante laa presenza d’ acqua, ma se un gruppo olandese porterà a termine la propria idea, ci potrebbe presto essere una colonia terrestre sul pianeta rosso, il nostro vicino più prossimo nel Sistema Solare.


Un rapporto dettagliato della BBC inoltra una richiesta di applicazione per un biglietto di sola andata per Marte. L’ organizzazione olandese Mars One spera di fondare una colonia sul pianeta con un primo lotto di volontari, che saranno poi raggiunti ogni paio d’anni per lotti successivi di coloni.

Questo sarebbe un viaggio di sola andata per una serie di motivi. In parte perché l’intero scopo dell’esercizio è quello di stabilire una colonia sostenibile su Marte. In parte a causa del costo esagerato di trasporto di un equipaggio umano verso il pianeta rosso che sarebbe già, scusate per il gioco di parole, astronomico, raddoppiandosi nel costo di un eventuale viaggio di ritorno.


Inoltre, il viaggio di durata di sette o otto mesi attraverso lo spazio comporterebbe nei coloni perdita di desnità ossea e muscolare, come succede a tutti gli astronauti in condizioni di gravità zero. Una volta arrivati su Marte, la forza di gravità più bassa e la sottile atmosfera continueranno questo processo, quindi è improbabile che essi sarebbero in grado di adattarsi alle condizioni sulla Terra ancora una volta (anche se fosse stato pratico riportarli indietro) In più l’esposizione alle radiazioni del vento solare significherebbe che i viaggiatori saranno più a rischio nello sviluppare il cancro, con un sistema immunitario abbassato nella riduzione della fertilità.


A dispetto di tutto questo, il Mars One sta ricercando migliaia di candidati. Pionieri in fila nella speranza di essere selezionati, per passare alla storia come i primi esseri umani a vivere in modo permanente su un altro pianeta.

Questa non è la prima volta in cui un viaggio di sola andata nello spazio è stato seriamente considerato. Nell’ottobre 2010, i media hanno riferito notizie circa i piani della NASA per un futuro progetto “Hundred Year Starship” progettato per trasportare l’umanità nello spazio interstellare.

L'articolo prosegue subito dopo


Ma come sarebbe la vita su Marte? Non lussuosa, certamente. Le cupole prefabbricate della colonia avrebbero avuto bisogno di essere coperte con diversi metri scavati nel suolo marziano per proteggere i residenti dalle radiazioni. I coloni sarebbero sopravvissuti dell’ acqua estratta dal suolo e generando energia elettrica attraverso i pannelli solari. Essi inoltre avrebbero dovuto far crescere tutto il proprio cibo, anche se qualcosa sarebbe stato certamente spedito con una razione d’emergenza, rifornito con ogni lotto successivo di coloni dalla Terra.

L’ostacolo principale che affronta il progetto Mars One è il finanziamento. Il costo di stabilire una colonia su un altro pianeta sarebbe davvero enorme. Se questa sfida potesse essere vinta, però, ci potrebbe essere davvero la vita su Marte.

Leggi anche

parabola
Guide

Spostare la parabola Sky: come fare

Alcuni consigli utili per orientare la parabola di Sky in maniera corretta. Che possediate una parabola Sky tradizionale, oppure una parabola rettangolare e piatta (magari di quelle decorabili), il problema per voi, non appena acquistata, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*