Guanti in lattice: le migliori marche da scegliere in rete

Guanti in lattice: le migliori marche da scegliere in rete

Casa

Guanti in lattice: le migliori marche da scegliere in rete

Guanti in lattice

Fare le pulizie indossando particolari guanti di protezione è quasi un obbligo oramai. Ecco una selezione del migliori guanti in lattice da poter acquistare comodamente in rete.

Fare le pulizie indossando particolari guanti di protezione è un’accortezza alla quale si è pensato solamente negli ultimi decenni. Sicuramente le nostre nonne non sanno neanche cosa sono i guanti in lattice. È risaputo che una volta, si parla almeno dagli anni ’40, le persone avevano il sistema immunitario molto più efficiente rispetto ad oggi giorno e potevano permettersi molte preoccupazioni in meno rispetto alla salute.

Le questioni dal tema sanitario toccano sempre chiunque poiché è uno di quegli argomenti piccanti che non muore mai. In quasi tutte le case oramai si possono trovare tra i più disparati tipi di guanti per la protezione di ogni lavoro domestico che possa capitare. Ma le persone quando cominciarono ad usare i guanti in lattice? Tutto risale alla storia della chirurgia nel lontano ‘800.

Storia del guanti in lattice

A quei tempi, la proliferazione dei batteri negli ospedali o tra un paziente all’altro era lungi dal preoccupare i medici.

Loro stessi non utilizzavano guanti di protezione durante le visite. Le prime sostanze antisettiche furono adottate
dallo stesso ideatore della pratica di prevenzione dei microrganismi adottando un sistema per prevenire la cancrena in seguito a ferite gravi o ascessi.

Inizialmente il nuovo metodo di prevenzione aveva come protagonista il fenolo, l’acido fenico, con cui una frattura veniva imbevuta. I primi utilizzi erano infatti stati dedicati al bendaggio delle ferite dopo un’operazione e alla pulizia delle ferite in genere. All’inizio ebbe un enorme successo ma in seguito si scoprì che la sostanza antisettica causava forti irritazioni sulla pelle.

Fu solo dopo molti anni ancora che un chirurgo statunitense propose veri e propri guanti in lattice da far indossare agli stessi medici durante le operazioni. Fu l’inizio dell’antisepsi cioè dei primi sistemi di prevenzione delle infezioni. E se si pensa che allora i chirurghi operavano corpi umani senza guanti di protezione, al giorno d’oggi c’è chi può ammalarsi solo a causa del contatto con i detersivi per la pulizia della casa.

Ebbene sì: oggi sostanze chimiche sconosciute, polvere, profumi e quant’altro possono esser dannose per la pelle di noi che viviamo nel XXI secolo. Il lattice stesso può dare origini a allergie. In questo articolo segnaliamo i primi campanelli d’allarme.

Le tipologie del guanti in lattice

Dagli anni delle operazioni chirurgiche senza protezioni, sono stati inventati innumerevoli tipi di guanti ed il lattice è una delle materie prime principali. Il lattice è una sostanza vegetale, si trova nelle piante. I maggiori produttori di lattice sono alberi della gomma originari in Malesia e Sri Lanka. Il lattice è considerato uno dei migliori prodotti per fabbricare guanti per uso medico perché è una sostanza gommosa ed elastica, capace di allungarsi senza rompersi. I guanti in lattice sono quindi impermeabili, biodegradabili.

In ambito sanitario vengono utilizzati perché garantiscono un’elevata resistenza e sicurezza contro buchi e perforazioni. Sono facili e veloci da indossare. Nel settore estetico sono ambiti poiché resistono fedelmente agli agenti chimici.

Vediamo i tipi di guanti in lattice in commercio. Sebbene qualunque settore dedicato alla pulizia della casa sia ben rifornito di questo prodotto, online si possono trovare ottime offerte.

Guanti in lattice Vileda

Cominciamo con i guanti in lattice firmati Vileda, marchio ampiamente conosciuto in ambito domestico. Questa tipologia di guanti sono monouso, cioè usa e getta. È possibile utilizzare i guanti in lattice per le pulizie di casa, per una pedicure veloce ad un’amica, per la pulizia degli animali, per tingersi i capelli. Togliersi il colore rimasto sulle mani dopo essersi date il colore è una procedura veramente noiosa che può durare anche giorni, non è vero?

Guanti in lattice Ro.ial

Questa marca di guanti in lattice è meno conosciuta ma non meno efficiente. A livello europeo è protagonista nella produzione di articoli come guanti, lenzuolini medici, copri scarpe, tutto ciò che serve in ambito sanitario. La confezione è corredata da una dettagliata descrizione con avvertenze e indicazioni per un uso corretto del prodotto.

Naturalmente i guanti in lattice non sono sterili, sono ambidestri ed è sconsigliato indossarne un paio sopra l’altro.

Guanti in lattice Walking Professional

La Walking Professional è un’altra azienda leader nella fabbricazione di prodotti per la sanità. Oltre a varie tipologie di guanti in lattice, produce anche guanti in nutrile, in vinile e polietilene, a seconda della necessità. Questa vasta differenza di prodotti ha decretato la marcia in più dell’azienda. I guanti in lattice della Walking Professional sono monouso, confezionati con la giusta quantità di polvere per garantire più comfort. La qualità del guanto della tipologia Sensitive è anche segnata dal minore spessore del prodotto.

Guanti in lattice Basic Plus

Anche i guanti di questa marca offrono alta protezione nell’ambito sanitario. I guanti in lattice della Basic Plus sono senza polvere aggiunta all’interno, indicati per le sessioni di esami medici. Questa confezione contiene guanti in lattice taglia M, generalmente riferito a dimensioni tra 21 e 23cm.

Guanti in lattice Logex

I guanti in lattice della Logex sono perfetti da indossare durante le pulizie domestiche.

Monouso, si gettano comodamente dopo ogni uso.

Guanti in lattice Spontex

Discostiamoci un attimo dal settore sanitario. I guanti in lattice della Spontex sono dedicati a mani che debbono sorbirsi sessioni di pulizie, giardinaggio, manutenzione dell’auto, i tipici lavoretti di casa insomma. Il materiale è lattice puro e la particolare comodità di questi guanti sta nell’aggiunta di felpatura in cotone all’interno del guanto stesso. Il rivestimento esterno è dotato anche di fessure antiscivolo, ciò che ci vuole a volte nelle faccende domestiche.

Guanti in lattice Redelguanto

Scostandoci sempre più dall’utilizzo domestico dei guanti in lattice, il prodotto della Redelguanto è dedicato a mansioni più rischiose. Infatti i guanti sono più lunghi rispetto ai precedenti, con i loro 300mm di lunghezza raggiungono comodamente il polso. 300mm di solito sono una taglia XXL. Anche lo spessore è stato aumentato: l’indicazione 7x segnala appunto una protezione maggiore rispetto ai normali guanti in lattice.

Questi guanti quindi sono particolarmente indicati in ambito medico e dentistico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche