Guerra all’Iran, divergenze fra Israele e Stati Uniti COMMENTA  

Guerra all’Iran, divergenze fra Israele e Stati Uniti COMMENTA  

Benjamin Netanyahu e Barack Obama

Il governo israeliano ha protestato con il Consigliere per la Sicurezza Nazionale americano in visita a Gerusalemme, Tom Donilon, per le dichiarazioni rilasciate dal generale Martin Dempsey alla CNN, nelle quali l’ufficiale americano bocciava l’ipotesi di un attacco israeliano all’Iran, in quanto “sarebbe una mossa imprudente che destabilizzerebbe l’intera regione”.


Secondo quanto riporta il quotidiano israeliano Ha’aretz il Primo Ministro Benjamin Netanyahu e il Ministro della Difesa Ehud Barak hanno detto a Donilon che le parole di Dempsey “fanno il gioco dell’Iran”.


Ma non è il solo Dempsey a causare problemi a Israele, ma tutta l’amministrazione Obama, che non vede di buon occhio un raid israeliano contro Teheran, figuriamoci una guerra.


Il vice ministro israeliano degli Esteri, Danny Ayalon ha però smentito alla radio israeliana “che ci sia una crisi fra Israele e USA, due paesi amici”. “Ci consultiamo sempre con gli americani, ma sono consapevoli che alla fine ogni Paese è sovrano nell’adottare una decisione”.

L'articolo prosegue subito dopo


Benjamin Netanyahu e Barack Obama

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*