Harley Davidson, l’evento dei “segugi in moto” da Pansoti

Genova

Harley Davidson, l’evento dei “segugi in moto” da Pansoti

Harley

La Harley si abbraccia bene ai Pansoti per la grande passione che contraddistingue gli harleysti con la gastronomia ligure; domenica l'evento

Si chiamano ‘Pansoti‘, il gruppo rappresentativo costituito da una decina di amici del gruppo Chapter genovese della Harley Davidson, che da svariati anni gira intorno al capoluogo ligure con una priorità assoluta: mangiare i pansoti.

Harley, l’evento

A parlare è Marzio Tancredi, tra i fondatori del gruppo dei Pansoti che spiega in tono scherzoso da cosa è nato il nome: “Mangiare pansoti per noi è la regola e non si può trasgredire! 8 anni fa eravamo a Saint Tropez, ci siamo guardati riconoscendo che abbiamo la pancia e siamo liguri. Perché non chiamarci ‘Pansoti’…

Questa domenica vedranno la conclusione del tour proprio davanti a un bel piatto di ripieni liguri. L’appuntamento sarà in piazza della Vittoria, già ritrovo degli harleysti. Domenica mattina del 15 ottobre ci sarà la partenza in piazza per un lungo giro che vedrà protagonisti gli hoggers passare per Casella, Crocefieschi, Montoggio, Torriglia fino a dirigersi alla diga di Brugneto con meta a Bargagli con, essenziale, il pranzo al ristorante ‘Prie Nere’.

Tancredi aggiunge raccontando sulle tappe: “Scegliamo dei percorsi interessanti al di là dell’aspetto gastronomico coltivando la nostra prima passione che è l’Harley e le innumerevoli curve che ci fanno battere il cuore sempre.

Chilometri che ci portano poi a goderci il premio del pranzo dell’entroterra.

A partecipare all’evento saranno più di 80 moto ma non solo Harley, accogliamo chiunque abbia la passione della moto e che magari, testando questa esperienza, vogliano fare il grande salto! Avvicinandosi al nostro mondo e scambiando la loro moto con una vera Harley Davidson. Ci saranno difatti delle Ducati e Suzuki e chissà quante altre. Questo per far capire che noi non siamo settari e accogliamo chi ha la moto nel sangue.

Chi non fosse coinvolto al nostro club o associato potrà partecipare all’evento con una quota lievemente superiore a 5 euro”.

Harley, le novità

L’Open Day targato Harley Davidson è stato un successo di presenze. Sono state esposte le nuove linee Touring, Street e Sportster con le nuove colorazioni e l’innovazione delle nuove versioni Road e Street Glide. Il modello V-Road è innovazione dal mercato mentre si discute ancora sulla decisione o meno di abbandonare la serie Dyna con l’unificare i modelli ai nuovi telai Softail, decisamente più leggeri e dotati di un unico ammortizzatore, anche esso regolabile, con motori a quattro valvole Milwaukee-Eight.

Così, il motore Twin Cam, attivo dal 1999, cede il passo ai nuovi e promettenti Milwaukee-Eight euro 4 con testate a quattro valvole per cilindro. E con la classica distribuzione ad aste e bilancieri. Con un solo albero a camme posto precisamente nel basamento già testato negli Evolution. Cilindrate che partono dai 1.752 centimetri cubici, fino ad arrivare ai 1.868 cc. Il motore è ben saldato ispirandosi all’ormai storico modello Softail.

La semplice manovrabilità del pre carico molla assicura una capacità di carico pari a 217 kg per un comfort più alto del passeggero e una maneggevolezza sicura e superiore. Davanti, invece, troviamo sospensioni ad alte prestazioni basate sulla tecnologia Dual Bending Valve (DBV) con corsa di 130 mm, immesse per la prima volta nei modelli Touring 2017, che permettono prestazioni di smorzamento simili a quelle di una forcella a cartuccia, ma con caratteristiche superiori e più veloci da regolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche