Hart: apre il cinema di Napoli con letti al posto delle poltrone

Napoli

Hart: apre il cinema di Napoli con letti al posto delle poltrone

Cinema-Hart-A-Napoli-il-primo-Cinema-con-i-letti
Cinema-Hart-A-Napoli-il-primo-Cinema-con-i-letti

Tra tradizione e innovazione apre a Napoli il cinema “Hart”, che mescola Stati Uniti e Vecchia Napoli

L’idea è quella di un’esperienza cinematografica completamente nuova: al cinema come in casa propria, ma con un’ambientazione anni ’40

“Hart” nasce un cinema storico di Napoli, l’Ambasciatori, che dal 1986 era sinonimo di cinema di qualità nell’affollata via Crispi, attaccata alla fermata di Piazza Amedeo. Molti napoletani si erano sorpresi della sua mancata riapertura dpo la pausa invernale, ma subito si era sparsa la voce che da lì sarebbe nato un centro culturale polifunzionale e che anche la sezione cinema sarebbe stata completamente rinnovata. Detto fatto, un mese e mezzo dopo, grazie ad un cospicuo investimento di tre imprenditori (Luciano Stella, già proprietario dell’ambasciatori) Sigfrido Caccese e Mariano Pierucci), nasce Hart, musica, bistrò, e cinema in cui è possibile gustare una cena comodamente seduti a letto come se si fosse a casa propria, come in diversi progetti avveniristici negli Stati Uniti

PREGI E DIFETTI – Per poter avere quest’esperienza multisensoriale e multiculturale, i posti cinema sono stati ridotti di oltre il 75% (come si legge sulla pagina facebook del cinema), con dispiacere di abbonati storici che non sono riusciti a confermare la propria prenotazione annuale per il programma 2015-2016. A parte questo, però, l’Hart sembra un esperimento davvero molto interessante: innanzitutto la partenza del cartellone, con in programmazione subito il trailer di La Gatta Cenerentola, l’ultimo capolavoro di animazione dei Mad Studios che si sono fatti conoscere al mondo con “L’arte della Felicità” di Alessandro Rak, storia d’amore, solitudini e mancanze, ambientata a Napoli e pluripremiata dappertutto. Lunedì invece l’Hart ospiterà un concerto live della band londinese dei “Portico”. Una sala sarà dedicata agli spettacoli, un’altra al cibo, con aperitivi e pause pranzo allo stesso tempo veloci e raffinati, in un’atmosfera conservata dallo storico cinema Ambasciatori e riportata ancor più indietro nel tempo, con boiserie, elementi lignei e lampadari a goccia.

“Investo in locali in cui mi piacerebbe essere spettatore – ha dichiarato Luciano Stella- Vogliamo regalare al nostro pubblico una proposta stimolante in una atmosfera quasi intima” E la sua filosofia, speriamo di successo, non fa una piega.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Modestino Picariello 657 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+