Heritage Sicilia Festival, conclusa l’edizione 2013 COMMENTA  

Heritage Sicilia Festival, conclusa l’edizione 2013 COMMENTA  

ragusa

Si è conclusa ieri a Ragusa, con la premiazione del Concorso letterario internazionale “Heritage Sicilia 2013″ e con il finissage delle mostre allestite nell’ambito della Settimana multimediale del Barocco, la prima edizione dell’Heritage Sicilia Festival organizzato dall’Associazione culturale Heritage Sicilia e dal Centro studi Helios per valorizzare e promuovere il patrimonio culturale siciliano.


A condurre la serata è stato il direttore del Festival, Ignazio Caloggero, che ha tracciato un bilancio complessivo della kermesse. Dalla Settimana del Folklore e della Sicilianità alle mostre e ai concorsi, dalla Settimana Multimediale del Barocco fino alla riuscitissima serata di gala del Premio Heritage Sicilia, la manifestazione ha saputo regalare al pubblico momenti di spettacolo e di cultura, approfondimenti e occasioni d’incontro per rilanciare con una nuova formula il protagonismo turistico-culturale della nostra terra. “Per una nostra precisa scelta– ha precisato Ignazio Caloggero – la manifestazione non ha usufruito di fondi pubblici. Riteniamo, infatti, che in una fase di economicamente difficile come l’attuale, le amministrazioni pubbliche debbano concentrare le proprie risorse nel sociale, mentre spetta ai privati il compito di credere nel turismo culturale della Sicilia e sostenerne le iniziative con adeguati investimenti”.


Nel corso della serata è stato proiettato il cortometraggio B.I.T.C.H., produzione low budget da un soggetto di R. Romano, J. Pellegrino e S. Schininà, con Germano Martorana, Barbara Giummarra e Vittorio Bonaccorso nel ruolo del commissario Doyle per la regia di R. Romano, J. Pellegrino, S. Schininà e G. Todaro.

A seguire la giuria del Concorso letterario internazionale “Heritage Sicilia 2013″ – composta da dallo scrittore Diego Guadagnino, dalla poetessa Enza Giurdanella, dall’attore e regista Giorgio Sparacino e dalle docenti Concetta Licitra e Maria Tumino – ha premiato i vincitori. Un compito non facile, il loro, data la qualità degli elaborati pervenuti, tutti di ottimo livello. Il primo premio (500 euro + la pubblicazione del racconto in formato e-book e cartaceo) è andato a Marco Blanco, trentenne modicano, con il racconto “Broccolini” (sezione narrativa breve), incentrato sul concetto di sradicamento dalla terra natia. Al secondo posto si è classificato il modicano Carmelo Di Stefano con la poesia in lingua italiana “Modica”. Terzo il ragusano Giorgio Dipasquale con il racconto “Il lieve silente”. Il premio speciale all’opera più votata della sezione poesia in vernacolo è stato assegnato alla modicana Franca Cavallo con i versi “Essiri cava”.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel congedarsi dal pubblico, gli organizzatori hanno dato l’appuntamento per il giugno 2014 con la seconda edizione del’Heritage Sicilia Festival.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*