Herpes genitale: cause, sintomi e conseguenze

Salute

Herpes genitale: cause, sintomi e conseguenze

Herpes genitale: cause, sintomi e conseguenze
Herpes genitale: cause, sintomi e conseguenze

Herpes genitale: in crescita nei Paesi industrializzati, è trasmissibile con il contatto. Attenzione durante la gravidanza e rischio HIV

Herpes genitale è un’infezione che colpisce uomini e donne, ma nel genere femminile il rischio è tre volte maggiore. Una volta contratto, il virus è trasmissibile: può restare latente e venire trasmesso anche senza essere coscienti di averlo. L’infezione avviene durante i rapporti sessuali(vaginali, orali, anali) o anche solo attraverso baci e carezze. Alcuni oggetti di piacere possono diventare veicolo di contagio. Nel caso di donne in dolce attesa, occorre prestare particolare attenzione, perché i neonati possono venire infettati durante il parto con conseguenze molto gravi.

Herpes genitale: le cause principali

L’herpes genitale è un’infezione causata dal virus HSV-2. Virus che ha conseguenze differenti sul corpo se si manifesta una prima volta o se è recidivo. Quando colpisce la prima volta, ha una durata di 15 giorni e nella forma più grave e dolorosa.

Dopodiché, con la guarigione, rimane latente nel corpo e, nel 50-60% de casi, può manifestarsi ancora, ma i sintomi sono più lievi. Le cause principali di questo virus possono essere: stress, esposizione eccessiva ai raggi del sole e febbre. L’herpes genitale può manifestarsi nelle donne anche dopo le mestruazioni, ma anche a seguito di piccoli traumi durante i rapporti sessuali.

I maggiori sintomi del virus

I più fastidiosi sono il senso di bruciore e di prurito ai genitali. Dolori seguiti dalla comparsa di vesciche di forma rotonda sulle aree colpite. La cui rottura, poi, dà facilmente luogo a piccole ulcere della pelle molto dolorose. Le croste che si formano – di colore bruno-giallastro – vanno via dopo alcuni giorni. La prima manifestazione del virus può dare anche mal di testa, febbre, dolori articolari e, in casi più rari, meningite.

Conseguenze rilevanti del virus

Oltre ai casi rari di meningite, l’infezione herpetica genitale si può accompagnare a stati di ansia, depressione e gravi disturbi della sfera emotiva.

Se contratto durante la gravidanza, nel 20-50% dei casi, si può attaccare al neonato: di qui, la necessità del taglio cesareo. Infine, è bene sapere che chi ha questo tipo di virus ha la possibilità di contrarre l’HIV 7 volte maggiore degli altri con rapporti non protetti con persone sieropositive.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

hand-351277_960_720
Salute

Come combattere le rughe con rimedi naturali

27 luglio 2017 di Maura Lugano

Sono le nemiche numero uno di ogni donna di ogni età, sono le rughe, le tanto odiate rughe, segno del tempo che passa, testimoni di una bellezza che di giorno in giorno cambia e si evolve. Le rughe, tra l’altro, iniziano ad essere il cruccio degli uomini, sempre più interessati al loro aspetto, e che talvolta attingono direttamente dalle donne i consigli per prendersi cura di sé, anche dei propri segni del tempo che passa.
La grande attrice Anna Magnani implorava i truccatori che non le coprissero nemmeno una delle rughe del viso, per lei esse erano simbolo delle esperienze belle e brutte della vita, ma oggi giorno si inizia presto a prendersi cura di questo problema, ogni donna ci tiene ad avere un aspetto giovane che le dia sicurezza, compiacimento e che susciti ammirazione.
Tante donne, soprattutto quelle che per varie ragioni vedono sul proprio viso apparire segni marcati di invecchiamento, desiderano un viso più piacevole, ma non vogliono ricorrere alla siringa o al bisturi, oppure non ne hanno la possibilità. Sono sempre più numerose quelle che cercano delle soluzioni naturali e dei prodotti naturali, in questa loro ricerca sicuramente possono trovare un aiuto e anche una soluzione.