Hiroshima festeggia i 25 anni con una serie di concerti e dj set - Notizie.it

Hiroshima festeggia i 25 anni con una serie di concerti e dj set

Torino

Hiroshima festeggia i 25 anni con una serie di concerti e dj set

Hiroshima Mon Amour festeggia i suoi primi 25 anni di vita e lo fa con una serie di eventi in cui si esibiranno gli artisti nati o cresciuti sul suo palco. Da questa sera il club fondato a San Salvario nell’ormai lontano 1987 aprirà le danze con una tre giorni di festa totale. Fino a sabato 21 sono previsti concerti, dj set, performance tecno teatrali e ospiti a sorpresa anche da parte di artisti che sotto la Mole hanno compiuto tappe importanti della loro carriera proprio nel locale di via Bossoli 83. Per celebrare l’evento Hiroshima ha creato pure un libro a fumetti dal sottotitolo “Il futuro è un bambino che dorme”, diventato lo slogan dei festeggiamenti. Questa sera in sala ci saranno i Majakovskij che tornano a Torino dopo 10 anni; gli Snaporaz con Paolo Virzì che ha appena celebrato il locale nel suo ultimo film; poi Dente, il leggendario Eugenio Finardi, dj Lele Roma, Antimusica e Vittorio Cane, Carlo Pestelli & Paolo Bonfanti, Deian e L’Orso Glabro, oltre a Stefano Amen.

Domani, venerdì 20 aprile, toccherà agli Africa Unite che han lavorato con Mau Mau e lavorano con Paolo Baldini, che a sua volta ha prodotto gli ultimi Tre Allegri Ragazzi Morti. Poi ci sarà anche Luciana Littizzetto con Paolo Aka a mettere musica. Nell’altra sala, nel frattempo, Rimozione Koatta, Matteo Castellano, Roby Vaio e altri a sorpresa. Sabato 21 aprile, ultima serata, si chiude con il botto: Skiantos, Fratelli di Soledad, Statuto, Federico Bianco e Orchestra Ritimi Moderni Arturo Piazza, dj Nikki, Fakemen, ma anche dj Misha, il leggendario MGZ con scenografie incredibili e fiori giganti, dj Pippo De Masi e dj Mastafive. Tra poche ora cominciano i festeggiamenti a suon di musica: buon divertimento e buon compleanno HMA.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche