Hockey 2015: scudetto a Forte dei Marmi COMMENTA  

Hockey 2015: scudetto a Forte dei Marmi COMMENTA  

Vittoria netta, ieri sera, in gara cinque per il Forte dei Marmi che piega il Viareggio per 7 a 2.

Trascinato dallo scatenato fuoriclasse spagnolo Pedro Gil, il Forte rompe l’equilibrio e spazza via i chiaroscuri delle precedenti quattro gare e gli alti e bassi dell’intera stagione giocando una gara perfetta.


In un Palaforte gremito di pubblico, Gil porta in vantaggio i suoi dopo sette minuti con un gol strepitoso, girandosi, marcato, in piena area e andando a concludere alle spalle dell’incolpevole portiere viareggino Barozzi.


Il Viareggio prova a reagire e la gara si mantiene abbastanza in equilibrio fino al ventesimo del primo tempo: negli ultimi cinque minuti, però, prima Motaran segna il 2 a 0, poi è di nuovo Gil a inventare il 3 a 0 con un violento tiro da lontano.


Nel secondo tempo il Forte dei Marmi prova ad amministrare la gara, rinunciando all’azione offensiva, ma la partita non perde spettacolarità. A quindici minuti dal termine il giovane attaccante Verona segna il 4 a 0 e, meno di un minuto dopo, il Viareggio accorcia le distanze con Muglia. Passa ancora un minuto e mezzo e Mirko Bertolucci porta il Viareggio sul 4 a 2.

L'articolo prosegue subito dopo


La partita si è chiusa e riaperta nell’arco di pochissimo, ma è di nuovo Verona, a meno di dodici dalla fine, a finalizzare un contropiede perfetto ripristinando le tre reti di vantaggio per il Forte.

Sul risultato di 5 a 2 il Viareggio si fa sotto con ogni mezzo, ma gli avversari fanno girare palla mostrando di rimanere padroni del match.

Negli ultimi due minuti e mezzo sono di nuovo Gil (tripletta) e il sempreverde, viareggino, peraltro, Alberto Orlandi a stabilire sul 7 a 2 il risultato finale, mentre i bianconeri versiliesi finiscono in inferiorità numerica per le espulsioni dell’argentino Montigel e di Alessandro Bertolucci.

Vittoria meritata per i valori in campo. Viareggio un po’ contratto, forse nervoso. Forte dei Marmi guidato da un Pedro Gil che difende, ruba palla, distribuisce assist e segna: un fuoriclasse a tutto campo, di quelli che fanno davvero la differenza.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*