Hostel: la casa infestata

News

Hostel: la casa infestata

Ci vuole coraggio, nella vita, perché – come si dice – la fortuna aiuta gli audaci. Per chi volesse dimostrare al mondo intero di avere del fegato, il prossimo venerdì 13 maggio c’è un’occasione imperdibile: la casa più infestata di fantasmi e maledetta di tutta la Gran Bretagna apre i battenti per una notte. Chi vorrà, potrà trascorrere un’intera notte lì dentro. Chi vorrà. Chi ci riuscirà.

Il suo nome è Hostel

La chiamano Hostel e gli appassionati dell’occulto non hanno dubbi: sul nostro pianeta non c’è luogo che emani una pari energia negativa e malvagia. La casa al numero civico 39 di Degray Street a Hull è popolata di forze demoniache. Ai profani, vista da fuori, non trasmette che un chiaro senso di abbandono. D’accordo, fa un po’ paura, mette a disagio, ma nulla di più. Chi la pensa così si sbaglia di grosso. Numerosi medium sono stati interpellati e nessuno ha avuto dubbi: se il diavolo in persona decidesse di abitare sulla terra, abiterebbe proprio lì.

Fantasmi, coltelli e orrore

L’attuale proprietario è disperato perché non riesce a trovare un affittuario da lungo tempo. L’ultimo ha resistito quattro giorni, poi se n’è andato a gambe levate blaterando frasi sconnesse a proposito di bambini che uscivano dal camino e poi se ne andavano attraversando i muri, e coltelli che danzavano per aria e misteriose sensazioni di soffocamento, come se ci si trovasse due mani possenti attorno al collo, ma senza riuscire a vedere alcunché di reale. È abbastanza? Qualcuno, ogni tanto, fosse anche solo per curiosità, telefona per prendere un appuntamento e vedere la casa, poi entra e se ne va con la velocità di un fulmine.

L’iniziativa del prossimo venerdì 13 intende proprio trovare il coraggioso che dimostri a tutti quanto siano soltanto fandonie le storie attorno a Hostel. Un cavaliere puro di cuore, ci vorrebbe, senza macchia e senza paura. Se ce ne sono ancora, si intende.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...