Hot, Serate hot nella casa del Comune? COMMENTA  

Hot, Serate hot nella casa del Comune? COMMENTA  

Serate Hot: tutto quello che è stato ritrovato in una casa comunale fa presumere che al suo interno si facessero serate Hot. Le supposizioni nascono dal fatto che sono state ritrovate all’interno dell’abitazione slip femminili e un letto matrimoniale con materasso e coperte. L’immobile che sarebbe incriminato è Casa Cescato che si trova in Via Piave a San Marco, abitazione disabitata da moltissimo tempo. Pare proprio che Martedi scorso qualche persona ha visto uno dei balconi aperti ed ha avvertito le autorità competenti, un successivo controllo ha poi evidenziato che il portone di ingresso che era chiuso a chiave era stato manomesso. Al primo piano è stato ritrovato un letto matrimoniale un posacenere con molte cicche al suo interno e alcuni indumenti femminili. Questo fa pensare che la casa venisse usata per incontri amorosi, ma al momento non si sa ancora tra chi.


Hot, Casa Comunale: al momento quello che è certo che qualche persona ha usato lo stabile senza averne nessun diritto. Per cui il sindaco di Resana “Loris Mazzorato” ha provveduto immediatamente a formalizzare una denuncia ai carabinieri ad alla polizia locale in quanto c’è stato un uso abusivo dello stabile.


Casa Comunale, incontri Hot: ad attirare l’attenzione verso lo stabile è stato proprio uno dei balconi che era aperto, mentre alla chiusura della casa era stato provveduto a sbarrare finestre e porte.

Dopo la comunicazione è stato effettuato un sopralluogo da parte dell’ufficio Tecnico Comunale che ha scoperto il tutto. Ovviamente subito dopo la scoperta il comune è subito ricorso ai ripari per non incappare in qualche scandalo dove non c’entra nulla.

L'articolo prosegue subito dopo

Ma pare che in precedenza a questo avviso mai nessuno nella zona si era mai accorto degli incontri che venivano fatti a Casa Cescato, anche se non è questa la prima volta che lo stabile viene occupato. Già in precedenza quest’ultimo venne occupato ma senza successo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*