I bambini esposti al fumo passivo sono a rischio di contrarre meningite e setticemia

Infanzia

I bambini esposti al fumo passivo sono a rischio di contrarre meningite e setticemia

Un terzo dei bambini i cui genitori fumano in casa finiscono in ospedale prima del loro primo compleanno, dicono i ricercatori.
Hanno scoperto che il fumo passivo indebolisce il sistema immunitario dei giovani e li mette a maggior rischio di malattie infettive potenzialmente letali come l’avvelenamento del sangue e la meningite.
I bambini sono più vulnerabili nei primi mesi di vita, in particolare i bambini con basso peso alla nascita o di quelli nati prematuramente.

Lo studio, pubblicato sul sito web della Tobacco Control Journal, ha esaminato 7,402 bambini nati nel mese di aprile e maggio 1997.
Gli scienziati hanno seguito la storia medica dei bambini di otto anni.
Hanno scoperto che i giovani che erano stati esposti al fumo passivo nei primi sei mesi di vita hanno il 45 per cento in più di probabilità che necessitano di un trattamento in ospedale per una malattia infettiva dall’età di otto anni.

I bambini con basso peso alla nascita esposti al fumo di tabacco hanno il 75 per cento più probabilità di bisogno di cure ospedaliere per le malattie da meningococco, che includono la setticemia e la meningite – e le patologie respiratorie dall’età di otto anni.
La ricerca, dagli scienziati della University of Hong Kong, aggiunge la prova del danno alla salute ai bambini causato dalle sigarette.
Si stima che il fumo passivo porta alla morte di 80 neonati nel Regno Unito ogni anno.

Può anche causare attacchi d’asma, bronchite, polmonite, otite e le allergie.

Il Dr Schooling Mary, un ricercatore nel recente studio, ha detto che educare i fumatori sui rischi non è più sufficiente. Ha detto: ‘Abbiamo percorso una lunga strada evidenziando gli effetti del fumo.
‘Il fatto che ci sono ancora i genitori che continuano a indulgere in comportamenti che mettono in pericolo i loro figli sottolinea che l’educazione alla salute non è sufficiente.

Martin Dockrell, direttore della campagna di beneficenza sulla salute Smokingand, ha detto che molti genitori sottovalutano l’impatto del fumo passivo.
Ha poi aggiunto: ‘I genitori possono prendere l’iniziativa, di non fumare in casa o in auto, e fare in modo gli altri non lo fanno.’

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche