I bug di Facebook sulla privacy COMMENTA  

I bug di Facebook sulla privacy COMMENTA  

Sei milioni di indirizzi email e numeri di telefono sarebbero stati condivisi a causa di un possibile bug su Facebook. Lo conferma in una nota il social network, sottolineando di aver allertato le autorità negli Usa, in Canada e in Europa. Al momento non ci sarebbero indicazioni di un’intrusione nel sistema.

Leggi anche: Katy Perry e Mark Zuckerberg: Facebook svelato!


Nel documento diffuso tramite il suo “security blog”, la compagnia di Zuckerberg si dice “imbarazzata e arrabbiata” per l’incidente, “ora lavoreremo il doppio per assicurarci che questo non accada più”. Il baco, che si è diffuso tramite il tool che consente di aggiornare la propria lista di contatti o di indirizzi su Facebook, è stato eliminato in 24 ore, evidentemente troppo tardi per evitare la dispersione dei dati personali.

Leggi anche: Secondo John Gruber, il problema della geolocalizzazione in iOS4 è un bug e verra presto corretto

A causare il danno, la funzione che, una volta importata la propria agenda da un’altra fonte, confeziona poi le segnalazioni per eventuali nuove amicizie.

Secondo i periti che hanno lavorato sul “bug”, a ogni modo, hanno cercato di rassicurare gli utenti dicendo che ogni singolo numero di telefono e mail individuale dovrebbe essere stata inserita in un solo o al massimo due download, quindi a uno o due persone.

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*