I cinque errori che fai al risveglio e che provocano stress COMMENTA  

I cinque errori che fai al risveglio e che provocano stress COMMENTA  

risveglio

Ognuno di noi, al mattino appena sveglio, compie alcuni riti e ha diverse abitudini prima di uscire di casa e dedicarsi alle attività quotidiane. Ci sono però alcune abitudini che sottopongono il corpo ad inutili stress, e che bisogna conoscere per poterle evitare: ecco quali sono, secondo quanto riporta l’Huffington Post.


1)      Lasciare le tapparelle abbassate fino a quando non esci di casa: il nostro corpo ha bisogno di melatonina per risvegliarsi completamente, quindi è un errore prepararsi lasciando le stanze della casa al buio o semibuio. La prima sana abitudine da rispettare al mattino appena svegli è di aprire le finestre per fare entrare luce e aria fresca. Respirando a pieni polmoni, ti sentirai pronto ad affrontare meglio la giornata;

2)      Cominciare la giornata a tutta velocità: non è salutare mettersi in moto appena alzata la testa dal cuscino. Il corpo, dopo un’intera notte di riposo, ha bisogno di un po’ di tempo per fare quello che gli chiedi. Muoversi subito con fretta amplifica la sensazione di stanchezza e spossatezza che potrebbe accompagnarti per tutto il giorno. Meglio invece alzarsi lentamente dal letto e fare qualche esercizio di stretching per favorire il risveglio muscolare.


3)      Continuare a posticipare la sveglia: rimandare continuamente il momento in cui ci si alza dal letto non è una buona abitudine, si tratta di un sonno intermittente che non favorisce né il risveglio né tanto meno un buon riposo.


4)      Fare attività fisica appena svegli: di sicuro la mattina ha l’oro in bocca, come dicevano gli antichi, ma anche l’attività fisica va fatta sempre dopo la colazione. Insomma, è consigliabile evitare di fare del moto a stomaco vuoto.

L'articolo prosegue subito dopo


5)      Rimandare i vizi al pomeriggio: in realtà qualche piccola trasgressione (anche alimentare) può essere fatta anche al mattino. Oppure perché rimandare le chiacchiere con i colleghi di ufficio al pomeriggio se al mattino c’è un momento di pausa di cui approfittare?

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*