Cognomi spagnoli con derivazione latina più comuni

Cultura

Cognomi spagnoli con derivazione latina più comuni

Cognomi spagnoli
Cognomi spagnoli

Sapevi che molti cognomi spagnoli possiedono un'origine latina? Scopri quali sono i più diffusi e qual è il loro vero significato.

I cognomi spagnoli derivati dal latino sono diffusi in tutti i paesi del mondo che abbiano una quota significativa di popolazione di lingua spagnola al loro interno. Questi cognomi, derivati dalla lingua latina parlata nell’Antica Roma, si sono originati in Italia nel corso del Medioevo e sono poi giunti nella Spagna centrale e meridionale, assumendo infine le caratteristiche fonetiche che conservano tuttora. Successivamente, con la colonizzazione del Nuovo Mondo, questi cognomi sono approdati anche in America Settentrionale e in America Latina. Oggi gli Stati Uniti sono il secondo paese dopo il Messico con la più grande popolazione spagnola nel mondo, e sempre più cognomi spagnoli di origine latina hanno cominciato a presentarsi sui dati del censimento. Nel 2000 due nomi ispanici sono perfino entrati a far parte della top ten dei cognomi più diffusi secondo l’US Census Bureau. Scopriamo insieme quali sono i cognomi spagnoli di origine latina più diffusi.

Le diverse tipologie dei cognomi spagnoli

I cognomi, indipendentemente dalla lingua cui appartengono, possono avere tipologie diverse a seconda del loro significato e della loro origine.

I cognomi spagnoli derivati dal latino, naturalmente, non costituiscono un’eccezione. Se analizziamo i cognomi spagnoli più comuni possiamo restringere questi significati a tre principali tipologie:

  • i patronimici, ovvero quei cognomi con una componente che sottindende l’attribuzione di una paternità (come il “De” italiano o il “-son” inglese).
  • i cognomi descrittivi, ovvero quei cognomi il cui significato vuole descrivere un aspetto della persona (come potrebbe essere “Biondi” in italiano).
  • i cognomi toponomastici, ovvero quei cognomi che vogliono indicare un’origine geografica. Spesso questi cognomi sono anche frequenti come nomi di luoghi o di città.

I cognomi spagnoli patronimici

  • Martinez. In questo e in molti altri cognomi di lingua spagnola la desinenza “ez” deriva da un suffisso patronimico spagnolo che vuol dire “figlio di”. Per questo motivo Martinez significa letteralmente “figlio di Martino”. Martino sembrerebbe a sua volta derivare da un’antica forma latina del nome Marte, il dio romano della guerra e della fertilità.

    Martinez è il secondo cognome spagnolo più diffuso al mondo ed è a un passo dall’entrare nella top ten dei dieci cognomi più diffusi negli Stati Uniti, classificandosi all’undicesimo posto.

  • Lopez. Questo cognome possiede origni antichissime e rimane da sempre uno dei cognomi spagnoli più diffusi, particolarmente popolare soprattutto tra le celebrità americane di origine ispanica, una fra tutte la cantante, ballerina e attrice Jennifer Lopez. Anche in questo caso il suffiso “ez” sta a indicare un patronimico. Lopez significa perciò “figlio di Lope”, nome proprio spagnolo derivato dal termine latino “lupus”, ovvero “lupo”. La sua estrema popolarità e la sua diffusione in tutto il mondo derivano probabilmente dalla popolarità della figura del lupo nell’araldica familiare, come simbolo di determinazione, coraggio e forza di carattere.

I cognomi spagnoli descrittivi

  • Santos. Questo cognome deriva dall’aggettivo latino “sanctus”, che nell’Antica Roma veniva usato per indicare una persona virtuosa, onesta e pia.Con la diffusione del Cristianesimo dall’aggettivo “sanctus” è infatti derivato anche il termine italiano “santo”. Per quanto riguarda l’origine del cognome spagnolo, invece, è possibile che l’intenzione fosse completamente opposta.

    Alcuni storici ritengono che l’attribuzione di cognomi celebrativi, come appunto Santos, avesse un’intenzione umoristica. Per questo motivo non venivano definiti Santos coloro che seguivano le leggi della morale, bensì coloro che le infrangevano.

  • Delgado. Questo cognome deriva probabilmente dall’aggettivo latino “delicatus”, che veniva usato per indicare una persona elegante e raffinata. Gli storici ritengono che in origine questo cognome venisse attribuito a persone particolarmente magre e snelle.
  • Rubio. Questo cognome deriva dall’aggettivo latino “rubeus”, che significa “rosso”. È probabile che in origine venisse usato per identificare le persone con i capelli rossi.

I cognomi spagnoli toponomastici

  • Castro. Questo cognome deriva dal termine latino “castrum” che in origine significava “accampamento militare”, “costruzione fortificata” e infine in epoca medievale ha assunto il significato di “castello”. Veniva probabilmente attribuito a coloro che abitavano nei pressi di un castello.
  • Villa. Questo cognome deriva dal termine latino “villa”. In latino la parola “villa” poteva indicare tanto la tenuta di campagna opposta all’abitazione di città, che il villaggio opposto all’aperta campagna.

    Nell’accezione usata dal cognome spagnolo sembra aver prevalso questa seconda interpretazione. Questo cognome veniva attribuito a coloro che abitavano in un villaggio in opposizione a coloro che invece abitavano nell’isolamento della campagna.

  • Soto. Si ritiene che questo cognome venisse attribuito a coloro che vivevano vicino o all’interno di un boschetto o di una palude. Deriva dal termine latino “saltus”, che significa appunto “bosco, foresta o regione boschiva”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche