Svantaggi del tatuaggio all’hennè

Guide

Svantaggi del tatuaggio all’hennè

I tatuaggi all’hennè ti permettono di portare sul corpo un pezzetto distoria, anche se solo temporaneamente. Donne e uomini in tutta l’Africa, Asia e mondo arabo usano il tatuaggio all’henné nelle cerimonie nuziali, come decorazione del corpo e per simboleggiare lo status. Ma, proprio come ogni altra volta che ci si mette una sostanza chimica sulla pelle, esistono rischi di reazioni allergiche. Altri fattori da prendere in considerazione sono la scelte di un immagine da tatuare, l’abilità del tatuatore e se avrete voglia di prendervi cura del tatuaggio. Conoscere gli svantaggi dei tatuaggi all’henné vi permette di prendere una decisione in merito più consapevole.


Sono temporanei

Anche se i tatuaggi all’hennè sono popolari, molte persone potrebbero restare deluse per il fatto che sbiadiscono velocemente e quindi vanno rifatti. Per motivi più complessi, il processo di inchiostrazione può richiedere ore e ritoccarlo comporta una bella perdita di tempo.

Tuttavia, proprio questa caratteristica lo rende adatto ad una soluzione temporanea, magari per provare un nuovo tatuaggio prima di farne uno indelebile.

Manutenzione

Uno svantaggio del tatuaggio all’hennè è che richiede un po’ di cura, al fine di mantenerne il colore e aumentarne la durata. Questo significa evitare l’esposizione al sole durante la fase di sviluppo del tatuaggio (due giorni), evitare le docce calde e il contatto con accessori doccia. E’ chiaro che l’applicazione di un tatuaggio all’hennè richiede un livello di impegno che potrebbe disincentivare alcuni indecisi.

Mancanza di colori

Uno dei principali svantaggi dell’hennè naturale è quello di avere un solo colore: marrone. Questo vale particolarmente per chi desidera un tatuaggio a colori o per persone con la pelle scura. Inoltre, resta complicato dare profondità all’immagine attraverso sfumature e toni. Per questo motivo, i tatuaggi all’hennè possono andare bene per motivi monocromatici e su una pelle dal tono medio-chiaro.

Possibili reazioni

L’henné nero contiene alcune sostanze chimiche che i coloranti henné marroni non contengono, in particolare p-fenilendiammina (PPD). La PPD può provocare una grave reazione allergica, che provoca prurito, vesciche e in casi estremi cicatrici indelebili, il cancro o danni al fegato.

Per coloro che vogliono un tatuaggio temporaneo all’hennè, evitino l’inchiostro nero a meno che non si provi su una zona di pelle in anticipo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*