I dati del debito pubblico italiano secondo Eurostat

Economia

I dati del debito pubblico italiano secondo Eurostat

Mario Monti
Mario Monti

La stima preliminare fatta da Eurostat su debiti e deficit pubblici dei paesi compesi nella Eurozona, dice che nel 2011 il rapporto fra deficit e Pil italiano si è attestato al 3,9%. Mentre per quanto concerne Il rapporto fra indebitamento e Pil, siamo invece al 120,1%. Se il primo dato è inferiore alla media Ue (4,5%) e dell’Eurozona (4,1%), il secondo, ma questo lo si sapeva abbondantemente, è molto superiore alla media europea (85,3% in Eurozona, 82,5% nella Ue27). Nella seconda classifica, l’Italia è addirittura seconda solo a quello della Grecia (165,3% del Pil).In termini assoluti, su un Pil di 1.580,220 miliardi, nel 2011 il deficit dei conti pubblici italiani è stato pari a 62,363 miliardi e il debito a 1.897,179 miliardi. La spesa pubblica è ammontata al 49,9% del Pil e le entrate al 46,1%. Da questi dati si desume che gli sforzi fatti dal governo dei professori, se da un lato hanno permesso all’Italia di rientrare parzialmente in una ottica amministrativa in grado di porre le premesse per un risanamento strutturale dei conti pubblici, ancora non hanno sortito effetti in grado do mettere del tutto al riparo il paese dalle bufere che caratterizzano i mercati finanziari.

E soprattutto, ancora una volta, dicono chiaramente che gli sforzi per ridurre la spesa, non possono bastare da soli, se non si mette mano ai tanto attesi provvedimenti per lo sviluppo, di cui pure si era parlato nei primi tempi del nuovo esecutivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche