I documenti per un viaggio in Russia

Guide

I documenti per un viaggio in Russia

La Russia, sebbene in questi giorni sia molto più aperta al turismo e al mondo esterno, presenta ancora dei rigidi requisiti per il visto. I viaggiatori devono aderire a tali richieste per evitare di ritrovarsi in difficoltà, multati o esiliati – o arrestati. Prima di partire per il Paese fai controllare tutti i tuoi documenti da una persona che parli russo, per essere sicuro che vadano bene.

Potrai essere fermato in qualsiasi momento del tuo soggiorno e ti sarà chiesto di esibire i documenti, così è una buona idea portare addosso tutti i tuoi documenti di viaggio. In Russia ci sono anche zone riservate dove non ti sarà permesso viaggiare. Ci sono anche intere città e regioni riservate, e devi elencare sul tuo visto dove hai intenzione di recarti.

1. Registrarsi all’Ambasciata
Registrati all’Ambasciata quando arrivi e lascia che il personale dell’Ambasciata sappia tutto del tuo viaggio così come lascia che scopra qualunque problema per la tua sicurezza.

La sezione consolare dell’ambasciata si trova a Mosca, ma ci sono anche ambasciate in S. Pietroburgo, in Vladivostok e Yekaterinburg.
Indirizzo:
Novinskiy Bulvar 21, Mosca
E-mail: moscowwarden@state.gov

2. Visto e garante
La Federazione Russa afferma che la Russia “conserva un regime complicato e restrittivo per il visto per gli stranieri che visitano, transitano o risiedono nella Federazione Russa”. Quindi, è necessario essere sicuri di avere tutti i documenti a posto. Ogni visitatore straniero in Russia deve avere un garante, che può essere un albergo, l’università, la compagnia di viaggi o un parente. La legge in Russia stabilisce che se hai bisogno di sostituire, estendere o cambiare il visto russo, allora il tuo garante deve presentare la domanda per tuo conto. Il tuo visto d’entrata deve essere ottenuto prima che arrivi lì; assicurati di farne richiesta molto prima di partire, poiché senza di esso non ti sarà permesso di entrare nel Paese.

Sul tuo visto è indicato il giorno in cui ti sarà permesso di entrare nel Paese e il giorno in cui dovrai lasciarlo. Di solito, un visto permette solo un soggiorno di massimo 90 giorni sui 180 per i visti lavorativi, turistici, umanitari e culturali. Ai lavoratori e agli studenti è richiesto un visto diverso. La tua scheda con il visto deve anche essere registrata con il tuo garante, il primo giorno del tuo soggiorno.

Requisiti per uscire
E’ richiesto un visto valido anche per lasciare la Russia. Se ti trattieni per tre giorni oltre la data indicata sul tuo visto, a discrezione del consolato russo ti sarà possibile procurarti un visto d’uscita nel lasciare il Paese. Se ti trattieni per più di tre giorni, il tuo garante dovrà intervenire a tuo favore e richiedere un visto d’uscita; per ottenerlo potrebbero occorrere fino a 20 giorni, durante i quali la tua sistemazione è a tue spese – e gli alberghi e gli ostelli potrebbero non permetterti di soggiornare con un visto scaduto.

Carta di sbarco
All’arrivo in Russia, se sei cittadino statunitense devi riempire una carta di sbarco in duplice copia.

Una parte è per le autorità per l’immigrazione in Russia, l’altra copia rimane a te. Potresti aver bisogno di mostrarla all’albergo o all’alloggio che hai scelto per il soggiorno. Sta a te mettere a posto le carte di sbarco: le guardie di frontiera non ti ricorderanno di farlo. Spesso queste vengono distribuite sui voli e sono a disposizione nei porti di arrivo. Perdere la carta di sbarco può causarti difficoltà pure in un successivo viaggio in Russia. La tua carta di sbarco deve essere registrata col tuo garante.

Visto per il transito
Se viaggi attraverso la Russia, ti sarà richiesto un visto per il transito. E’ richiesto anche se devi solo cambiare aereo in Russia – e se le autorità controllano e tu non hai la documentazione corretta, esse ti permetteranno di proseguire il viaggio solo quando te ne procurerai uno tramite il consolato russo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*