I gay vanno all’inferno, parola dell’arcivescovo Juan Antonio Reig Pla

Attualità

I gay vanno all’inferno, parola dell’arcivescovo Juan Antonio Reig Pla

20120408-144430.jpg

Madrid – Juan Antonio Reig Pla, arcivescovo di Alcalà de Henares, ha perso una buona occasione per stare zitto ed evitare di mettersi in ridicolo in ndiretta nazionale. Durante l’omelia del venerdì santo, trasmessa dalla tv spagnola, il religioso espresso opinioni deliranti sugli omosessuali. Non si pretende certo rigore scientifico da un personaggio del genere ma, almeno, di non spacciare sciocchezze colossali per “vangelo”. Secondo l’arcivescovo “i gay sono persone che fin da piccole pensano di essere attratte dagli individui dello stesso sesso e, a volte, per comprovarlo si prostituiscono o frequentano club di omosessuali: vi assicuro che finiscono all’inferno”. Parole che hanno scatenato le reazioni indignate del mondo gay. Boti G. Rodrigo, presidente della federazione Estatal de Lesbianas, Gays, Transexuales y Bisexuales (FELGTB) ha detto: “Il principale nemico della Chiesa cattolica non è l’ignoranza ma la gerarchia cattolica, persone come questa (Juan Antonio Reig Pla ndr) che hanno l’inferno nelle loro parole, l’inferno dell’omofobia e del maschilismo.

Gli adolescenti omosessuali spagnoli – aggiunge Rodrigo – soffrono continuamente e arrivano a suicidarsi per non sopportare il livello di accuse ed esclusione a cadenza quotidiana in un sistema che continua a definirli come malati. Chiediamo – conclude Rodrigo – rispetto per la dignità degli omosessuali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche