I luoghi di interesse in Piemonte


Il termine Piedmont in italiano Piemonte deriva dal termine latino e significa “ai piedi delle montagne”. E’ una delle regioni più montane d’Italia circondata dalle Alpi. E’ anche il secondo centro industriale d’Italia, subito dopo Milano ed essendo vicino al Po è l’ideale per i vini.

Leggi anche: Ranking Uefa: la classifica aggiornata

Torino:
è il capoluogo del Piemonte e per circa tre anni, nel 1860, è stata capitale d’Italia. Torino è la casa della Fiat, della Nutella, della Ferrero e della Lavazza. Alcuni degli scrittori più importanti, vedi Italo Calvino, hanno vissuto a Torino e l’hanno resa ancora più vitale. Il centro storico è molto importante, in quanto risale all’Unità d’Italia. Torino merita la visita anche per il Museo Egizio, il secondo dopo Il Cairo.

Leggi anche: Data uscita cartone Il piccolo principe

Lago Maggiore:
la costa est è in Piemonte, mentre la ovest in Lombardia. A Stresa, una delle località del Lago, Hemingway ha trascorso alcuni periodi scrivendo. Altri luoghi di visita sono Villa Taranto, che ha un giardino botanico e Cannobio, un villaggio pittoresco al confine con la Svizzera.

Le attività alpine:
proprio perché circondato dalle Alpi, si possono praticare sci e arrampicate. Il Sestriere è rinomato per le sue località turistiche e le piste da sci, così come il Monte Bianco, accessibile dal Piemonte.

L'articolo prosegue subito dopo

I vini:
tra i vini più conosciuti vi è sicuramente la grappa, ovvero il Nebbiolo, che è la base del Barolo, il Barbaresco e il Gattinara. Alcune delle città più importanti sono Alba, conosciuta per il tartufo, Barolo, Barbaresco, Gattinara, conosciute per lo spumante e i vini tipici.

Leggi anche

Eremo di Santa Colomba
Viaggi

Santa Colomba: escursione fra gli eremi abruzzesi

L'Eremo di Santa Colomba si trova nel territorio di Isola del Gran Sasso d'Italia, in provincia di Teramo, frazione Pretara. E' abbarbicato su uno spuntone di roccia, quasi sulla vetta del Monte Infornace, a m.1.234 s.l.m. Risalente al XVII secolo, è poco più di una cappella, dotata di tre finestre. Potrebbe tranquillamente essere scambiata per una semplice baita, se non fosse per una rassicurante campana sorretta da un piccolo campanile a vela. L'interno è a forma trapezoidale, con il presbiterio rialzato di due gradini. Sull'altare troneggia la statua di Santa Colomba, e di fianco è visibile un'apertura che un tempo custodiva le reliquie della Santa. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*