I partiti ne fanno un’altra: niente soldi dei rimborsi elettorali ai terremotati

Politica

I partiti ne fanno un’altra: niente soldi dei rimborsi elettorali ai terremotati

Se la sono presa con comodo e adesso ci dicono che non ci sono i tempi per il provvedimento che avrebbe dovuto destinare l’ultima trance dei rimborsi elettorali ai terremotati. Il decreto che doveva ridurre i tempi per bloccare lo stanziamento di fine luglio ai partiti politici è stato bloccato. Lo scorso 24 maggio la Camera aveva approvato l’art. 16 del disegno di legge n. 3321. tale articolo prevedeva che: «i risparmi derivati dall’attuazione dell’articolo 1 negli anni 2012 e 2013 venissero destinati ai terremotati colpiti da calamità naturali a partire dal I gennaio 2009». Per l’entrata in vigore del testo, bisogna attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. I tempi sono di 15 giorni. Troppo pochi 15 giorni per permettere ai partiti d’intascare i rimborsi elettorali se non fosse che altri 15 giorni serviranno al Tesoro per stornare i fondi. Alla luce dei fatti, passato il 31 luglio, i partiti godranno della piena responsabilità dei rimborsi (leggi finanziamenti) elettorali con buona pace dei terremotati.

4 Commenti su I partiti ne fanno un’altra: niente soldi dei rimborsi elettorali ai terremotati

  1. I nostri partiti intascheranno i soldi a loro destinati e con grandissimo senso di responsabilità li trasferirannò seduta stante ai terremotati, non dubitate gente.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche