I pericoli dell’acqua gassata COMMENTA  

I pericoli dell’acqua gassata COMMENTA  

L’acqua frizzante è stata soggetto di alcune controversie. Le voci che possa far male e creare solo problemi abbondano. Tuttavia, gran parte di queste voci sono prive di fondamento, esagerate o il risultato di un’associazione ad altri possibili problemi. 

Sodio

Un pericolo possibile dell’acqua gassata è il suo livello di sodio, che può essere alto in alcuni tipi di acqua imbottigliata. Se si deve tenere sotto controllo il proprio apporto giornaliero di sodio, un alto livello di sodio nell’acqua potrebbe rappresentare un rischio, come qualsiasi cosa che abbia un alto livello di sodio. Uno studio del 2004 del Journal of Nutrition ha trovato possibili benefici cardiovascolari in alcune donne in postmenopausa a cui prima è stata data acqua a basso contenuto di sodio, seguita da acqua frizzante con un alto contenuto di sodio. Bisogna ricordare che questo è stato uno studio controllato, i livelli di sodio nel test potrebbero non essere gli stessi che si trovano in qualsiasi bottiglia di acqua frizzante.


Reflusso acido

Le bevande frizzanti possono aggravare il reflusso acido (o il bruciore di stomaco), quindi se si è soggetti a bruciore di stomaco o ad avere reflusso gastroesofageo, si potrebbe trarre beneficio dall’evitare le bevande gassate.


Cancro esofageo

Science Daily nel 2006 ha riportato che la Mayo Clinic ha scoperto che il reflusso acido può portare ad una condizione pre-tumorale dell’esofago circa nel 5% dei partecipanti allo studio. A causa dell’associazione del reflusso acido al cancro esofageo, si potrebbe arrivare alla conclusione che l’acqua frizzante può portare al cancro. Tuttavia, uno studio del 2006 nel Journal del National Cancer Institute ha scoperto che l’assunzione di bevande gassate non è associata al cancro dell’esofago, nonostante qualsiasi connessione tra la carbonatazione e il bruciore di stomaco.


Osteoporosi

Una presunta conseguenza del bere bevande gassate, inclusa l’acqua, è che il reflusso acido risultante induca lo stomaco a filtrare il calcio del sangue e delle ossa come un antiacido di fortuna, portando all’osteoporosi. Il Dott. Andrew Weil ha notato che le ricerche effettuate negli anni ’90 hanno mostrato una connessione tra la coca cola e la carenza di calcio, ma non vi era alcuna associazione con l’acqua non gassata.

L'articolo prosegue subito dopo


Reazioni ai farmaci

Un articolo del 2007 nel Chicago Tribune ha reso evidente che alcuni farmaci richiedono acqua semplice, in altra parole non si possono assumere con acqua gassata, succhi, tè, latte o altre bevande. Chiedere al medico o al farmacista se i farmaci che bisogna assumere abbiano questo requisito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*