I primi 25 anni del Salone del Libro COMMENTA  

I primi 25 anni del Salone del Libro COMMENTA  

Dal 10 al 14 maggio si terrà il XXV Salone Internazionale del Libro di Torino. Oramai manca poco più di un mese all’inizio della Kermesse e per gli addetti ai lavori inizia un vero e proprio tour de force. Per un Oval (che non ci sarà più per questioni di budget), ci saranno tante altre sezioni e proposte, tutte da scoprire. A cominciare dal momento in cui si atterrerà a Torino. Giovedì 12 aprile all’aeroporto di Caselle si inauguererà la mostra ” 1988-2012 L’Italia dei Libri” ovvero i Grandi Libri dei 25 anni di Salone. E’ il primo frutto della collaborazione tra l’aeroporto di Caselle e l’Assessorato alla Cultura della Regione. Per festeggiare queste nozze d’argento insieme con i viaggiatori sono stati scelti 18 volumi che hanno scandito la storia della kermesse. Una rapsodia di titoli verrà allestita nell’atrio partenze di Torino Caselle e rimarrà sino al 15 maggio. Ma quali sono le sezioni presenti? 1) La città invisibile. Luca Beatrice, critico d’arte, ha ideato una mostra con i 25 oggetti -simbolo della Torino di questi anni: dall’mp3 di Leonardo Chiariglione, allo zainetto Invicta, dal kebab, alla nuova 500. La città invisibile è un progetto articolato in 3 momenti: parte a febbraio e culmina al Salone a maggio: una road map di avvicinamento all’edizione del venticinquennale. 7 incontri a ingresso libero al Circolo dei Lettori. 2) Gli intellettuali. Tema portante e di grande attualità: la Rete che insieme ai 2 Paesi ospiti (Spagna- Romania) sono un valore aggiunto. 3) e-book in divenire. Computer ultrasottili, tablet, smartphone in grado di garantire una connessione continua, cambiano il modo di pensare, figuriamoci quello di scrivere e di leggere. Un fenomeno che va al di là del futuro degli e-book o dei destini dell’editoria su carta. 4) Gli ospiti : Saviano e gli altri. Saviano è dato quasi per stanziale al Salone del Libro, meno scontato è che al Lingotto al Padiglione de la Spagna ci siano nomi come Reverte, Cercas e Vila-Matas. 5) Musica da Leggere. Quest’anno nel primo padiglione si allestirà una grande area dedicata alla musica: produttori di strumenti, tecnologie  hi-fi, editori musicali, grandi concerti, workshop.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*