I ritratti di Luciano Calzolari - Notizie.it
I ritratti di Luciano Calzolari
Libri

I ritratti di Luciano Calzolari

Crevalcore (BO) – Si è portati a credere che per ottenere scatti sensazionali si debba viaggiare tantissimo. Sotto certi punti di vista può anche essere vero – una fotografia che immortala un soggetto in un luogo esotico è ovviamente più attraente di una avente come sfondo uno scenario tipico – ma quando le immagini in questione possiedono un loro passato, una loro entità e, in sostanza, una loro storia, lo sfondo tipico assume di colpo tutta un’altra sfumatura.

Faccia a faccia Sfogliando le pagine di “Ritratti”, il libro fotografico edito con la collaborazione della Libreria del Portico in occasione dell’omonima mostra fotografica di Luciano Calzolari, allestita a Crevalcore presso il Centro Civico di Porta Modena dal 23 ottobre al 7 novembre 1993, non si può rimanere indifferenti di fronte alle sue fotografie. Non ci si riesce perché quello di Calzolari è un album estremamente interessante, che arriva dritto all’occhio dell’osservatore. Una questione di occhio, già, perché gli scatti sono tutti frontali; chi guarda queste fotografie ha come l’impressione di trovarsi faccia a faccia con il soggetto, ritratto con naturalezza, al pieno della sua normalità, senza fronzoli.

Oltre l’immagine – Nella prefazione scritta da Claudio Marra si fa riferimento a un particolare movimento delle arti visive noto come realismo magico, caratterizzato da una fedele e sincera riproduzione dei dettagli.

Ed ecco che il realismo magico apportato da Calzolari alle fotografie di questo suo album diventa l’arma principale. Osservando le immagini ho provato quella meravigliosa sensazione che sicuramente tutti voi avrete sperimentato leggendo un buon romanzo: il desiderio di scoprire il dopo. Ebbene sì, perché come al termine di ogni capitolo si è vinti dalla curiosità di leggere ciò che accade in quello successivo, così nell’album di Calzolari si prova un bisogno direi quasi impulsivo di passare alla foto successiva. Gli scatti sono così veri da risultare intimi. Guardarli è come sbirciare questi soggetti nei momenti più personali.

Il ritratto di Crevalcore – Il libro, stampato in cinquecentocinquanta copie numerate e firmate dall’autore è reperibile presso la Libreria del Portico – Via Sbaraglia Levante, 148, Crevalcore (BO). I soggetti fotografati sono personaggi pubblici legati alle storiche istituzioni del piccolo comune bolognese o, in parte maggiore, persone qualunque, quasi sicuramente legate a memorie personali dell’autore.

Ciò che conta è che tutti loro, personaggi famosi e non, si uniscono come tasselli di un puzzle componendo un ritratto ben più ampio e colorato che è il ritratto di un unico paese e della sua gente: Crevalcore. E scusate se è poco.

Filippo Munaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche