I simboli della comunità gay

Guide

I simboli della comunità gay

Proprio come gli appassionati di sport indossano i colori della loro squadra e le aziende possono essere riconosciuti dal loro logo specifico, la comunità gay ha i suoi simboli per mostrare il loro orgoglio su chi sono. Ogni fazione della comunità LGBTQI (lesbiche / gay / bisessuali / transessuali / Queer / intersessualità) ha i propri simboli specifici. Alcuni questi, come l’arcobaleno o i simboli maschili che si intrecciano sono ben noti, altri come “frocio, finocchio, checca” sono diventati lentamente meno importanti. A volte cose come cravatte rosse e anelli portati al mignolo vengono utilizzati convenzionalmente e non più nello specifico della cultura gay. Da dove provengono i simboli della società gay attuale e cosa significano realmente?

L’arcobaleno è stato a lungo il simbolo dell’intera comunità LGBTQI. E ‘stato creato da un artista di San Francisco di nome Gilbert Baker nel 1978, quando sentì che c’era bisogno di un simbolo gay che sarebbe stato utilizzato anno dopo anno.

Aveva ragione nella sua scelta, in quanto trent’anni dopo è ancora la bandiera che simboleggia l’orgoglio della comunità LGBTQI per far sapere al mondo chi sono. I colori singolarmente sono simbolicamente importanti in quanto ognuno rappresenta alcuni aspetti della vita gay. Il rosa shocking simboleggia la sessualità e il rosso la vita. L’arancione rappresenta la guarigione mentre il giallo e il verde simboleggiano rispettivamente il sole e la natura. Il blu rappresenta l’arte, e le strisce di indaco e violetto rappresentato l’armonia e lo spirito. Queste strisce di colori combinate tra loro rappresentano l’arcobaleno che non ha solo scopo di rappresentare i diversi momenti di vita gay, ma la diversa natura delle preferenze sessuali e le identità.

Il triangolo rosa e nero ha avuto una rinnovata rilevanza nel del 1970 nel momento della sua adozione come simbolo del movimento di liberazione gay. In origine, come molti di noi sono consapevoli, questo era un simbolo usato dai nazisti nei campi di concentramento, qualcosa che non aveva nulla eccetto la bruttezza e il dolore ad esso associato.

Come gli uomini che si trovavano nei campi di concentramento etichettati come criminali che sono stati contrassegnati con triangoli colorati per identificare il loro stato, gli omosessuali sono stati contrassegnati con il triangolo rosa. Le donne che portavano il triangolo nero erano generalmente lesbiche, ma comprendeva anche le femministe, le prostitute, e ogni donna non conforme agli ideali nazisti di femminilità. Si dice, ma non ha una dimostrazione, che i prigionieri transessuali venivano indicati con un triangolo bordeaux. Nel 1980 l’organizzazione ACT-UP ha adottato il triangolo rosa, ma invertito per simboleggiare una lotta attiva contro l’AIDS. E’ da notare che i prigionieri omosessuali non sono stati liberati subito dopo la guerra come altri prigionieri a causa del punto 175 della legge della Germania occidentale che è rimasta in vigore fino al 1969, ben 24 anni dopo la conclusione della seconda guerra mondiale. Tuttavia le donne omosessuali sono state liberate a causa di un principio ipocrita contenuto all’interno dello statuto.

Il simbolo della coppia maschile con un altro sempre maschile è anche un simbolo della comunità gay.

Sono i simboli che ebbero origine nella mitologia romana. Il simbolo maschile è lo stesso simbolo che è stato utilizzato per identificare il dio della guerra Marte ed è sinonimo di forza e mascolinità. Questo è uno dei simboli più comuni e popolari che si possono trovare in quanto sono diffusi adesivi, t-shirt e gioielli che con questo simbolo. La stessa cosa vale per la combinazione di due simboli della coppia femminili che rappresentano la comunità lesbica e la combinazione di ogni simbolo della comunità dei trans. Un tempo lo stesso valeva per la comunità bisessuale, ma recentemente hanno deciso di utilizzare un paio di arcobaleni colorati a forma di lune crescenti.

Il simbolo Lambda che è la lettera greca minuscola che indica la lettera “L” del nostro alfabeto si ritiene sia stato inizialmente utilizzato come simbolo della comunità gay intorno al 1970 nella città di New York dal New York Gay Activist Alliance. Nel 1974 il Congresso internazionale dei diritti Gay lo ha anche adottato come simbolo personale e si pensa sia stato ciò a renderlo universale come simbolo.

Nessuno è realmente sicuro sul motivo della scelta di questo simbolo, ma ci sono teorie voluminose che tentano di dare una risposta. Alcuni dicono che il Lambda è sinonimo di liberazione, mentre altri pensano che sia stato scelto perché è il simbolo usato in fisica per l’energia. Un’altra teoria è che si tratta di una rappresentazione della bilancia della giustizia e la forza costante che impedisce ai lati opposti di superare l’altro. Secondo gli storici il Lambda rappresentava l’unità per gli Spartani e “La conoscenza che si diffonde sull’ignoranza” per i Romani. Attualmente il Lambda è collegato alle persone gay e lesbiche che lavorano insieme per un obiettivo comune. E ‘improbabile che si saprà mai perché il Lambda sia stato scelto come simbolo della comunità gay in quanto molti rappresentato dell’originale New York gay Activist Alliance non sono più tra noi, ma dopo quasi quaranta anni d’uso sembrerebbe come se fosse qui per durare.

Gli anelli della libertà stanno tornando alla moda dopo aver fatto la loro prima apparizione alla fine degli anni ‘70.

Gli anelli della libertà sono semplicemente sei anelli generalmente di metallo, ma ora vengono usati anche altri materiali, e ogni anello porta un colore dell’arcobaleno. Questi non sono in realtà indossati come un anello normale , ma piuttosto come braccialetti (che sono straordinariamente popolari ai gay Pride ora), collane, portachiavi, cerniere, o qualsiasi altra cosa che può essere agganciata. Per quanto riguarda il loro vero significato, portano lo stesso simbolismo dei colori della bandiera, di conseguenza gli anelli simboleggiano l’unità e la libertà senza fine.

Come ci sono nastri per indicare tutto, dalla consapevolezza del cancro al seno al nastro rosso della consapevolezza dell’HIV, ci sono due nastri esclusivi per la cultura gay. Il nastro bianco è stato creato da Xavier Neptus un sopravvissuto gay al tentato suicidio giovanile. Il colore bianco è stato scelto per simboleggiare “la chiarezza di pensiero e l’innocenza della gioventù.” Alla base di questo c’è stato un discorso tenuto presso la Michigan Lansing Pride di Jason Bolton il quale è stato gettato fuori dalla sua scuola superiore a Detroit in quanto era gay. Un adolescente americano del LGBTQI tenta il suicidio ogni cinque ore. Il nastro di lavanda è stato creato per ricordare gli innumerevoli padri gay e le madri lesbiche a cui è stata negata la visita ai propri figli a causa dell’orientamento sessuale.

Questi sono i simboli più comuni della comunità gay anche se ci sono stati sicuramente altri in passato di cui non siamo a conoscenza. Alcuni nuovi simboli come le icone del computer color arcobaleno stanno iniziando a farsi strada e in pochi anni saranno regolarmente utilizzate ed inserite nel mondo virtuale. Allo stesso modo alcuni come l’Axe Sephis si sono diffusi a livello regionale. Questi sono lontani dai simboli che rappresentano in particolare la comunità gay, come anche molti sono caduti nel dimenticatoio come il rinoceronte viola, la mano viola, diamanti di arlecchino, e anche lo yin-yang utilizzato nel 1930. Anche se non tutti hanno resistito alla prova del tempo, sono tutti importanti per la nostra storia della comunità gay.

2 Commenti su I simboli della comunità gay

  1. Wonderful blog! Do you have any hints for aspiring writers?

    I’m hoping to start my own blog soon but I’m a little lost on everything.

    Would you suggest starting with a free platform like WordPress or go for a paid option?

    There are so many options out there that I’m totally overwhelmed .. Any ideas? Many thanks!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*