I sindacati chiedono chiedono l’intervento di Monti sul caso Frati COMMENTA  

I sindacati chiedono chiedono l’intervento di Monti sul caso Frati COMMENTA  

Fials, la Cgil e i Cobas uniti contro il Primario del reparto di Oncologia dell’Umberto I e rettore della Sapienza Luigi Frati. Secondo le testimonianze raccolte il medico si è limitato a svolgere il proprio ruolo a livello amministrativo senza cioè partecipare all’assistenza dei malati e prendere parte alle decisioni pratiche su degenze e cure. I sindacati chiedono quindi la rimozione dall’incarico per violazione di una sentenza della Cassazione del 1999 che recita “Il primario ospedaliero è titolare di una specifica posizione di garanzia verso i suoi pazienti, dalla quale non può sottrarsi adducendo che al reparto sono assegnati altri medici”. La diffida è stata inviata da Antonio Sili Scavalli, segretario regionale della Fials Medici universitari che ha inoltre analizzato il conflitto di interessi che può sorgere tra la carica di Primario e quella di Rettore Universitario unite anche a quella di direttore scientifico dell’ Istituto Neuromed di Pozzilli dove sembrerebbero esser stati indirizzati degenti del policlinico romano.

Leggi anche: Oggi lo sciopero dei lavoratori della grande distribuzione, Camusso: ‘La gente manifesti solidarietà’


 

 

Leggi anche

senzatetto-riconosciuta-a-roma
Roma

Giovane senzatetto avvistata a Roma non è Maddie McCann

Se n'è parlato tutto il giorno e poche ore fa finalmente il mistero è stato risolto. Il padre della giovane senzatetto che per molti assomigliava a Madeleine McCann, la bimba scomparsa in Portogallo nel 2007, ha riconosciuto la giovane; ma la sua identità non è quella di Madeleine: si tratta di Embla Jauhojärvi, una ragazza svedese di 21 anni che il padre ha spiegato soffrire della sindrome di Asperger. La giovane è stata fermata tra le strade del cento storico di Roma da diversi giornalisti, dopo che si era sparsa la voce della sua somiglianza con la bambina scomparsa nel Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*