I treni più tecnologici del mondo

Guide

I treni più tecnologici del mondo

Europei e asiatici attualmente operano nei treni più tecnologici al mondo. Mentre questi due attualmente detengono tutti i record, altri treni veloci, come il HEMU-400X, Zefiro 380 e Talgo Avril, sono stretti contendenti per la corona di treni più veloci del mondo.

Shanghai Maglev in cima alla lista con la sua velocità massima operativa di 430 chilometri all’ora e la velocità media di 251kmph. Il Maglev è entrato in esercizio commerciale nel mese di aprile del 2004.
Funziona su 30,5 km di Shanghai Maglev Line, che è la prima linea a levitazione magnetica ad alta velocità operato sul mercato, che si estende da Longyang Road Station della metropolitana Linea 2 e termina a Shanghai Pudong International Airport.

Harmony CRH 380A, con velocità massima operativa di 380kmph, è attualmente il treno operativo più veloce del mondo.
L’unità più elettrica (UEM) ha stabilito un record, accelerando in 486.1kmph durante il suo funzionamento di prova sulla linea ferroviaria ad alta velocità intercity Shanghai-Hangzhou nel dicembre 2010.
Il CRH 380A è stato messo in funzione nel mese di ottobre 2010.

Essa opera da Pechino a Shanghai e offre un servizio quotidiano lungo Wuhan a Guangzhou.

Il treno senza vibrazioni è stato costruito da CSR Qingdao Sifang Locomotive e materiale rotabile. La sua alta velocità di progetto è il risultato di una ricerca svolta in varie università cinesi.

AGV Italo è il primo treno della serie AGV che è entrato in servizio nel mese di aprile 2012. Ha una velocità massima operativa di 360kmph.
Il treno ha rotto un record di velocità di 574.8kmph nell’aprile 2007.
Considerato il treno più moderno d’Europa, AGV Italo è stato costruito da Alstom. Il treno attualmente corre sulla Napoli – Roma – Firenze – Bologna – Milano.

Il treno è conforme allo standard di interoperabilità STI europeo, che comprende la sicurezza, l’affidabilità e la disponibilità, la salute, la protezione dell’ambiente e la compatibilità tecnica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*