I treni più veloci al mondo

Attualità

I treni più veloci al mondo

In un mondo sempre più tecnologico, sempre più connesso, che sembra promuovere gli scambi interculturali, fondamentali sono i mezzi di comunicazione e di trasporto. Una forte evoluzione nel settore, l’hanno avuta i treni, un mezzo di locomozione antico, ma che ha saputo trovare spunto e progresso dalla tecnologia per diventare oggi uno dei mezzi sicuramente più affascinanti, rapidi e comodi.

Al primo posto c’è il treno Shanghai Maglev, un treno capace di 430 Kmh in servizio. Il treno corre in Cina, costruito però da Siemens in accordo con Thyssengroup, ed è dell’anno 2004. Le particolarità sono due: la prima è che il treno scorre in sopraelevata alla città di Shangai su delle rotaie speciali, a lievitazione magnetica. La seconda particolarità è che il treno percorre soltanto una trentina di km, tra l’aeroporto e una stazione metropolitana. La velocità media del servizio è di 250 Kmh.

Al secondo posto si colloca il treno Harmony CRH 380A, che sempre in Cina, collega Shangai a Pechino.

La velocità massima in servizio è di quasi 390 Kmh. Caratteristica la sua forma aerodinamica a siluro. E’ di costruzione cinese in collaborazione con più aziende e più università locali.

Per il terzo posto, veniamo in Italia, con l’Italo, treno della AGV capace di mantenere una velocità importante per lunghi tratti di 360 Kmh (ma la velocità massima che la sola motrice può raggiungere è molto superiore e ha dell’incredibile, arrivando a toccare i 575 Kmh, ma non in servizio). Uno dei treni in assoluto più moderni al mondo, di costruzione italiana.

In Spagna c’è il treno Velaro, costruito dalla Siemens, capace di 350 Kmh di media e vi è una variante costruita anche per l’utilizzo in Germania. In Spagna rimaniamo anche per il quinto posto con il Talgo 350 (chiamato El Pato dagli spagnoli, cioè il papero, a causa del suo particolare muso a forma di becco di papera).

Anche qui siamo a 350 Kmh.

Particolarissima è la forma del E5 Series Shinkansen Hayabusa, col muso a siluro lungo poco più di 15 metri, viaggia in Giappone a 320 Kmh di media su un sistema di rotaie particolari, in sospensione, capace di ridurre al monimo le vibrazioni e di attenuare il rumore. Costruito da Kawasaki e Hitachi in collaborazione.

Al settimo e ottavo posto, troviamo due modelli di TGV francese, al nono posto il Frecciarossa italiano e al decimo posto un altro treno cinese ma costruito sempre da aziende giapponesi: Kawasaki, Hitachi e Nippon Sharyo.

italo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche