Ibrahimovic: “Io al Napoli? Vediamo che succede”

Calcio

Ibrahimovic: “Io al Napoli? Vediamo che succede”

Il contratto di Zlatan Ibrahimovic con il Manchester United sta per scadere e la prossima destinazione dell’attaccante svedese originario dell’ex Jugoslavia potrebbe essere il Napoli. Lui ci sta pensando: non sarebbe male, ora che è verso la fine della sua ventennale carriera – ha quasi 35 anni – ed è considerato uno dei calciatori e marcatori migliori del mondo, regalare uno scudetto a se stesso e, dopo 30 anni, alla squadra che fu capitanata da Diego Armando Maradona. “Non si sa mai” – ha detto Ibra in un’intervista – Però sto bene qua – al Manchester – Vediamo, vediamo cosa succede. Ho firmato per una stagione, con opzione sulla seconda. Non ho troppi campionati davanti a me, voglio divertirmi e fare la differenza” – cioè continuare a farla -.

Dopo aver esordito a 13 anni nella squadra della sua città, il Malmö, nel profondo sud della Svezia, dove aveva già mostrato le proprie doti, ha giocato in numerosi altri team, come l’olandese Ajax, la Juventus, l’Inter e il Milan in Italia – ma tra le ultime due è intercorso un periodo nel Barcellona – e infine nel Paris Saint-Germain in Francia, prima di approdare alla squadra inglese.

Si aggiudicato due campionati olandesi (nel 2001-2002 e l’anno successivo), una Coppa d’ Olanda (2001-2002) e una Supercoppa nei Paesi Bassi (2002); tre campionati con l’Inter e uno con il Milan (tra il 2006 e il 2011), due Supercoppe con i nerazzurri (2006 e 2008) e una con i rossoneri (2011); un campionato e due Supercoppe in Spagna (sempre 2009 – 2010), una Supercoppa UEFA e un Mondiale per club FIFA sempre con il Barcellona nel 2009; tre coppe di Lega in Francia (tra il 2013 e il 2016), due Coppe nazionali (fra il 2014 al 2016), tre Supercoppe con il Paris Saint – Germain ed infine una Community Shield (lo scorso anno) e una Coppa di Lega con il Manchester United (2016-2017). Ora Zlatan Ibrahimovic è richiesto anche al di là dell’Atlantico, dalla Los Angeles Galaxy, ma anche dalla Cina. A meno che appunto non decida di tornare nel “paese do sole” – proprio per citare il titolo di un classico della canzone napoletana -, a giocare tra gli azzurri partenopei.

Come ha detto lui stesso “Non si sa mai. Vediamo, vediamo quello che succede”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...