Identificato il luogo dell’uccisione di Giulio Cesare

Storia

Identificato il luogo dell’uccisione di Giulio Cesare

Secondo i ricercatori spagnoli del Centro de Ciencias Humanas y Sociales (Csic), la lastra di cemento rinvenuta durante i loro recenti scavi a Largo di Torre Argentina, uno dei maggiori nuclei archeologici del periodo repubblicano della capitale, sarebbe quella posta da Ottaviano Augusto sul luogo dell’uccisione di Giulio Cesare, durante le Idi Di Marzo del 44 a.C. Cicerone racconta infatti che Cesare fu pugnalato nei pressi del suo scranno all’interno della Curia di Pompeo, il luogo in cui all’epoca si riuniva il Senato e le cui rovine si trovano proprio a Torre Argentina, all’ombra della statua dl condottiero piceno da lui sconfitto nella guerra civile; dopo la sua presa al potere Augusto si premurò a sigillare quel luogo, oramai nefasto, con lastre di cemento. Né la statua né lo scranno sono stati però ancora ritrovati, non dando quindi l’assoluta certezza della localizzazione del luogo dell’assassinio. Si spera comunque che questa scoperta dia nuova vitalità al complesso archeologico, da anni abbandonato a se stesso e sede di una numerosa colonia felina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche