Ikea aumenta la produzione in Italia a scapito dei produttori asiatici

Aziende

Ikea aumenta la produzione in Italia a scapito dei produttori asiatici


La multinazionale svedese Ikea ha recentemente assunto la decisione di trasferire in Italia alcune delle sue produzioni, preferendo così le aziende di produzione italiane rispetto a quelle asiatiche. La spiegazione i questa nuova direzione assunta da Ikea sta nel fatto che i produttori italiani lavorano con livelli di qualità superiori agli asiatici e ultimamente anche a prezzi inferiori. Lars Petersson ad di Ikea Italia dice: “Abbiamo individuato nuovi partner italiani che hanno preso il posto di fornitori asiatici grazie alla loro competenza, al loro impegno e alla capacità di produrre articoli caratterizzati da una qualità migliore e a prezzi più bassi dei loro concorrenti asiatici”. I principali fornitori di Ikea sono quindi, attualmente i produttori del Veneto da cui essce il 38% degli acquisti di Ikea, il Friuli con il 30% e la Lombardia con il 26%, in crescita anche il ruolo dei produttori del Piemonte. In totale si tratta di circa 11 mila lavoratori tra i 2500 dei settori produttivi, i 6600 della rete commerciale e logistica di Ikea e gli occupati dei numerosi punti vendita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*