Il 25 aprile gli addetti alla vendita incrociano le braccia COMMENTA  

Il 25 aprile gli addetti alla vendita incrociano le braccia COMMENTA  

Da tempo i sindacati si sono attivati per chiedere che venga riconosciuto il diritto al riposo e al giorno festivo anche per chi é impegato nel settore della vendita. Diritto anche riconosciuto dall’amministrazione cittadina che aveva proposto otto giorni di chiusura obbligatoria all’anno, in coincidenza delle festività (Natale, Santo Stefano, Capodanno, Pasqua, 25 aprile, primo maggio, 2 giugno, Ferragosto) e aveva espresso, nella persona del sindaco, Giuliano Pisapia,  l’augurio che la grande distrubuzione (supermercati e centri commerciali) permettesse ai lavoratori di celebrare la vittoria sul fascismo e la cacciata dall’Italia dei nazisti.

Leggi anche: 25 aprile: a Roma 2 eventi per il Gran Premio della Liberazione


Appello del tutto caduto nel vuoto, perfino la Coop (vicina per ideologia alla giunta di centro sinistra) ha annunciato l’apertura nel giorno festivo.

Non ci stanno però i sindacati e sono pronti a tutto: dal  proclamare lo sciopero dei lavoratori (almeno quelli regolarmente assunti) proprio per il 25 al distribuire volantini davanti ai supermarket per invitare i clienti a non fare la spesa nel giorno della Liberazione.

Leggi anche: 25 aprile: a Roma corteo Anpi ore 10.00 a Porta San Paolo


 

Leggi anche

arresto-a-milano
Milano

Operazione anti spaccio a Milano: il video dell’arresto sui Navigli

Scene da film tra le vie di Milano con un triplice arresto in 'diretta' documentato dalle telecamere. Accade sui Navigli dove gli agenti della polizia in borghese hanno pedinato, filmato e arrestato tre persone. L'arresto è avvenuto in via Gola, epilogo di un'operazione della locale diretta dal vice comandante Paolo Ghirardi che ha portato al fermo di un 32enne italiano, R.F., di un tunisino 47enne, M.M. e di un egiziano di 48 anni, O.E.S. I tre sono stati a lungo seguiti ed osservati mentre spacciavano alla luce del sole per le vie di Milano ed una volta raccolto materiale video Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*