Il bambino che è allergico a quasi tutti i cibi COMMENTA  

Il bambino che è allergico a quasi tutti i cibi COMMENTA  

Un bambino di 12 anni soffre di così tante allergie che egli è in grado di mangiare solo cinque alimenti.
Tyler Savage è violentemente malato ogni volta che mangia prodotti lattiero-caseari o di frumento, glutine, uova, lattosio e soia.

Gli alimenti unici consentiti sono pollo, carote, uva, patate e mele.
Per aiutarlo a sopravvivere, i minerali e le vitamine vengono pompati direttamente nello stomaco attraverso un tubo.


Tyler ha cominciato ad ammalarsi, all’età di sei anni quando, anche un boccone di cibo lo faceva star male e provocava diarrea.
Sua madre, Lynne Savage, 43 anni, ha dichiarato: “Abbiamo chiesto aiuto, ma ci è stato detto che era affetto da una infezione allo stomaco di conseguenza il suo peso è sceso drasticamente..

“E ‘stata una vera lotta. Non sapevamo cosa fare.”
Tyler – di Earls Colne in Essex – è stato visto da un pediatra presso l’ospedale di Chelmsford di San Giovanni e le è stata tolta la sua appendice nel dicembre 2005.

Sebbene l’operazione è stata un successo, non è riuscita a risolvere il problema e lui è stato sottoposto all’ospedale di Colchester generale af ulteriori test e trattamenti.

L'articolo prosegue subito dopo


Nel mese di aprile dello scorso anno Tyler è stato mandato a Great Ormond Street Hospital di Londra per i controlli sul suo stomaco e intestino.
Le prove hanno portato ad una diagnosi di eosinofilo enteropatia, una rara condizione in cui l’intestino produce troppi globuli bianchi.
Questi agiscono come un sistema immunitario in miniatura e alimentano attacco passando attraverso l’intestino allo stomaco.
La condizione ha visto il calo di peso di Tyler .
“Stava diventando malnutrito”, ha detto la signora Savage, una madre con tre bambini.

In un primo momento, Tyler è stato dotato di un tubo per procurarsi il cibo direttamente allo stomaco, bypassando le cellule del sangue nel suo intestino.
Poi, lo scorso maggio, aveva un tubo inserito nello stomaco che gli consente di essere alimentato per un massimo di dieci ore per tutta la notte.

“Abbiamo una lunga strada da percorrere, ma almeno ora stiamo ricevendo delle risposte”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*